Albania-Inghilterra, le probabili formazioni: spazio a Kane e Sterling

L’Albania per continuare l’ottimo momento di forma, essendo imbattuta da diverse partite. L’Inghilterra per cercare la fuga in testa alla classifica. Sono questi i temi principali del match che si giocherà al Borici Stadium di Shkoder, valido per la seconda giornata del gruppo I delle qualificazioni mondiali. L’ultimo precedente risale al 2001, con il successo interno degli inglesi per 2-0. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Albania-Inghilterra.

News su Albania-Inghilterra

foto di Hysai con la maglia dell'Albania

L’Albania può sognare in grande in queste qualificazioni, anche per l’ottimo momento di forma che sta attraversando. Gli albanesi sono imbattuti da ben sei partite e ora puntano alle prime due posizioni. L’esordio nel girone è stato ottimo con il successo in trasferta di misura per 1-0 contro l’Andorra. In Nations League la squadra di Reja ha vinto il proprio gruppo ottenendo la promozione in League B.

L’Inghilterra è indubbiamente la grande favorita a vincere il girone e strappare il pass diretto per i mondiali. Gli inglesi hanno avuto un rendimento in Nations League. Gli ospiti sono arrivati terzi nel gruppo, dietro a Belgio e Danimarca. Ottimo esordio per la squadra di Southgate in queste qualificazioni, con il successo agevole per 5-0 in casa contro San Marino.

Le ultime sulle due formazioni

foto di Maguire in esultanza

Il ct dell’Albania, Edy Reja, dovrebbe scendere in campo con il 3-5-2. La coppia d’attacco sarà formata da Cikalleshi e l’ex Inter, Manaj. Gli esterni, con il compito di svolgere la doppia fase, saranno Hysaj e Lenjan. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Memushaj, Bare e Gjasula.

Il commissario tecnico dell’Inghilterra, Southgate, sembra orientato a puntare sul 4-2-3-1. Al centro dell’attacco ci sarà Harry Kane. Alle sue spalle, sulla linea dei trequartisti, saranno liberi di agire Foden, Mount e Sterling. A fare da schermo davanti alla difesa, invece, dovrebbero esserci Rice e Ward-Prowse.

Probabili formazioni Albania-Inghilterra

ALBANIA (3-5-2): Berisha; Djimsiti, Ismajli, Kumbulla; Hysaj, Memushaj, Bare, Gjasula, Lenjan; Cikalleshi, Manaj. Allenatore: Edy Reja.

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pope; Walker, Maguire, Stones, Shaw; Rice, Ward-Prowse; Foden, Mount, Sterling; Kane. Allenatore: Gareth Southgate.

Diretta tv e streaming Albania-Inghilterra

Il match tra Albania e Inghilterra, con fischio d’inizio previsto alle ore 18, sarà visibile in diretta tv sul Canale 20 di Mediaset. Scopri se Albania-Inghilterra è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Albania-Inghilterra

Per quanto riguarda il pronostico, ci aspettiamo una sfida abbastanza equilibrata. A nostro avviso, però, l’Inghilterra ha qualcosa in più e per questo consigliamo di puntare sul successo degli ospiti.

ALBANIA-INGHILTERRA: segno 2 / risultato esatto 1-3

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Repubblica Ceca-Belgio, le probabili formazioni: sfida per il primato

Al Sinobo Stadium di Praga si gioca il match valido per la seconda giornata delle qualificazioni mondiali del gruppo E tra Repubblica Ceca e Belgio. Si tratta di uno scontro diretto per il primato del girone visto che le due squadre sono a punteggio pieno dopo la prima giornata. L’ultimo scontro diretto risale al 2017, con il successo belga per 2-1. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Repubblica Ceca-Belgio.

Le ultime su Repubblica Ceca-Belgio

esultanza del Belgio a fine gara

La Repubblica Ceca punta ad arrivare tra le prime due del girone visto che punta a qualificarsi al prossimo Mondiale in Qatar. I cechi sono partiti bene e sono in testa al girone con 3 punti. All’esordio è arrivato il successo tennistico per 6-2 in casa dell’Estonia. Ora la squadra di Silhavy cerca un risultato positivo per restare in vetta, a pari punti con il Belgio.

Il Belgio è sicuramente la Nazionale favorita a vincere questo girone e non solo. Gli ospiti hanno le carte in regola per essere tra le favorite anche per vincere il Mondiale. L’inizio è stato secondo le aspettative. La squadra di Martinez, infatti, si è imposta 3-1 in casa contro il Galles, con i gol messi a segno da De Bruyne, Hazard e Lukaku, che hanno rimontato l’iniziale vantaggio di Wilson.

Le scelte tecniche

immagine di De Bruyne in esultanza

Il ct della Repubblica Ceca, Silhavy, dovrebbe scendere in campo con un coperto 4-4-1-1. Al centro dell’attacco ci sarà Schick. Alle sue spalle saranno liberi di agire sulla linea dei trequartisti Barak. Gli esterni di centrocampo saranno Provod e Jankto. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Darida e Soucek.

Il ct del Belgio, Martinez, deve fare a meno di Hazard. Spazio al 3-4-3, con il tridente d’attacco formato da De Bruyne, Lukaku e Mertens. Gli esterni, con il compito di svolgere la doppia fase, saranno Castagne e Hazard. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Tielemans e Dendoncker.

Probabili formazioni Repubblica Ceca-Belgio

REPUBBLICA CECA (4-4-1-1): Pavlenka; Kaderabek, Calutska, Kudela, Boril; Provod, Darida, Soucek, Jankto; Barak; Schick. Allenatore: Jaroslav Šilhavý.

BELGIO (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Denayer, Vertonghen; Castagne, Dendoncker, Tielemans, Thorgan Hazard; Mertens, Lukaku, De Bruyne.  Allenatore: Roberto Martinez.

Diretta tv e streaming Repubblica Ceca-Belgio

Il match tra Repubblica Ceca e Belgio, con fischio d’inizio previsto alle ore 20:45, non sarà visibile in diretta tv. Scopri se Repubblica Ceca-Belgio è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Repubblica Ceca-Belgio

Per quanto riguarda il pronostico, il Belgio ha qualità superiori rispetto ai propri avversari. Per questo motivo, consigliamo di puntare sul successo degli ospiti.

REPUBBLICA CECA-BELGIO: segno 2 / risultato esatto 1-2

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Fiorentina, si dimette Cesare Prandelli: già scelto il sostituto

Stagione a dir poco complicata per la Fiorentina, che deve far fronte ad un nuovo scossone. Il rendimento dei viola è stato molto altalenante e per questo motivo la società qualche mese fa ha deciso di sollevare dall’incarico Beppe Iachini, chiamando Cesare Prandelli. In queste ore, però, il tecnico ha deciso di presentare le proprie dimissioni, spiegando il motivo qualche ora più tardi. Il club di Commisso al momento si trova al quattordicesimo posto con 29 punti, a più sette sulla zona retrocessione. La società ha deciso, alla luce di ciò, di richiamare Iachini, che domani dirigerà anche l’allenamento.

Il comunicato della Fiorentina

foto di Rocco Commisso, Fiorentina

Questo il comunicato diramato dalla Fiorentina sui propri canali ufficiali:

La Fiorentina informa che, in data odierna, l’allenatore Cesare Prandelli ha presentato alla Dirigenza del Club le proprie dimissioni. La Società viola, con enorme dispiacere, ha accolto la richiesta del tecnico comprendendone le ragioni, che vanno oltre il calcio giocato. Cesare Prandelli è l’allenatore e l’uomo che in questi mesi ha dato tutto se stesso dimostrando, ancora una volta, il profondo legame e affetto che lo lega alla città di Firenze e alla Fiorentina. Il Presidente Commisso, la Dirigenza, la Squadra e tutto il Popolo viola ringraziano Cesare Prandelli, augurandogli di ritrovare al più presto la serenità e le energie necessarie per ottenere le migliori fortune per il suo futuro umano e professionale”.

Le parole di Prandelli

Cesare Prandelli ha spiegato il motivo per cui ha deciso di lasciare la Fiorentina all’interno di una lettera scritta:

“Sono consapevole che la mia carriera di allenatore possa finire qui, ma non ho rimpianti e non voglio averne. Probabilmente questo mondo di cui ho fatto parte per tutta la mia vita, non fa più per me e non mi ci riconosco più. Sicuramente sarò cambiato io e il mondo va più veloce di quanto pensassi. Per questo credo che adesso sia arrivato il momento di non farmi più trascinare da questa velocità e di fermarmi per ritrovare chi veramente sono”.

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Germania-Islanda, le probabili formazioni: c’è Werner nel tridente tedesco

Alla Reisen Arena di Duisburg si gioca il match valido per la prima giornata delle qualificazioni mondiali del gruppo J tra Germania e Islanda. Le due squadre hanno ambizioni ben diverse, con i padroni di casa inevitabilmente grandi favoriti a vincere il girone. L’ultimo precedente tra le due squadre risale al 2003, con il successo dei tedeschi per 3-0. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Germania-Islanda.

Le ultime su Germania-Islanda

foto di Gundogan col pallone

La Germania è sicuramente la grande favorita a vincere questo girone sia per tradizione, sia per la qualità presente all’interno della rosa. I tedeschi sono chiamati a mettersi alle spalle la delusione per il secondo posto nel girone di Nations League, dietro la Spagna. Primato perso proprio nell’ultima giornata, con la squadra di Low che è stata sconfitta con un pesante 6-0 dagli iberici.

Discorso ben diverso per l’Islanda, consapevole del fatto che servirà un’impresa per ottenere un risultato positivo in questa sfida. Ospiti che, tra l’altro, stanno vivendo un momento di forma disastroso, visto che vengono da cinque sconfitte consecutive, l’ultima arrivata in casa dell’Islanda per 4-0. In Nations League sono arrivati ultimi con 0 punti, retrocedendo in League B.

Le scelte tecniche

esultanza al gol di Sigurdsson

Il ct della Germania, Low, dovrebbe scendere in campo con il 4-3-3. Il tridente d’attacco sarà formato da Sané, Werner e Gnabry. La cerniera di centrocampo, invece, dovrebbe essere composta da Gundogan, Kroos e Goretzka.

Il commissario tecnico dell’Islanda, Vidarsson, dovrebbe affidarsi ad un classico 4-4-2. La coppia d’attacco sarà formata da Gudmundsson e Bodvarsson. Gli esterni di centrocampo saranno A. Sigurdsson e Skulason. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci G. Sigurdsson e Bjarnason.

Probabili formazioni Germania-Islanda

GERMANIA (4-3-3): Neuer; Kimmich, Sule, Rudiger, Gosens; Gundogan, Kroos, Goretzka; Sané, Werner, Gnabry. Allenatore: Joachim Low.

ISLANDA (4-4-2): Runarsson; Saevarsson, Eyjolfsson, Ingason, Magnusson; A. Sigurdsson, G. Sigurdsson, Bjarnason, Skulason; Gudmundsson, Bodvarsson. Allenatore: Arnar Viðarsson.

Diretta tv e streaming Germania-Islanda

Il match tra Germania e Islanda, con fischio d’inizio previsto alle ore 20:45, non sarà visibile in diretta tv. Scopri se Germania-Islanda è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Germania-Islanda

Per quanto riguarda il pronostico, a nostro avviso la Germania ha sicuramente qualcosa in più dal punto di vista tecnico. Per questo motivo, il nostro consiglio è quello di puntare sul successo dei tedeschi.

GERMANIA-ISLANDA: segno 1 / risultato esatto 3-1

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Calendario Qualificazioni Mondiali 2022: gironi, date e partite Italia

Calendario qualificazioni Mondiali 2022 – Il percorso di qualificazione ai Mondiali del 2022 in Qatar è stato svelato. Le 55 federazioni affiliate alla UEFA sono andate infatti a conoscere, tramite il sorteggio, i gironi di qualificazione. Sono 13 i posti disponibili per le Nazionali, che si daranno battaglia in una fase a gironi che è stata decisa oggi lunedì 7 dicembre, col sorteggio dei gruppi andato in scena a Zurigo.

Regolamento delle qualificazioni ai Mondiali del 2022 

Le 55 Nazionali sono state suddivise in sei diverse fasce stabilite dalla Classifica Mondiale della FIFA (il Ranking Mondiale) di novembre 2020, ovvero dopo la conclusione della fase a gironi della UEFA Nations League. Le 55 squadre vengono suddivise in 10 gironi da cinque o sei. Quattro dei cinque gironi da cinque conterranno una squadra qualificata per la final four della UEFA Nations League (ossia (Italia, Belgio, Francia e Spagna). La prima classificata di ogni girone si qualifica per la fase finale, andando a occupare i primi 10 posti.

Spareggi (si qualificano 3 squadre)

Gli ultimi tre posti disponibili ai Mondiali del 2022 verranno assegnati tramite gli spareggi di qualificazione. Le 10 seconde e le 2 migliori della Nations League non ancora qualificate – in totale 12 squadre – giocheranno due playoff a eliminazione diretta in gara secca: 6 semifinali e 3 finali. Le 3 vincenti staccano il biglietto per il Qatar. Per ‘migliori’ di Nations League non s’intendono quelle della Lega A con più punti, ma le vincenti dei gruppi. Quindi potrebbero andare ai playoff due prime nei gironi della Lega B e non due seconde dei gironi appartenenti alla Lega A.

esultanza al gol dell'Italia

Le fasce del sorteggio 

Ai fini del sorteggio preliminare, le 55 squadre partecipanti sono state suddivise in sei fasce – cinque contenenti dieci squadre e una contenente cinque squadre – in base al ranking FIFA pubblicato lo scorso 26 novembre 2020. Le dieci squadre con il punteggio più alto sono state assegnate alla fascia 1, le dieci successive alla fascia 2 e così via. Eccole di seguito:

  • FASCIA 1: Francia, Inghilterra, Portogallo, Spagna, ITALIA, Croazia, Danimarca, Germania e Olanda;
  • FASCIA 2: Svizzera, Galles, Polonia, Svezia, Austria, Ucraina, Serbia, Turchia, Slovacchia e Romania;
  • FASCIA 3: Russia, Ungheria, Repubblica d’Irlanda, Repubblica ceca, Norvegia, Irlanda del Nord, Islanda, Scozia, Grecia e Finlandia;
  • FASCIA 4: Bosnia ed Erzegovina, Slovenia, Montenegro, Macedonia del Nord, Albania, Bulgaria, Israele, Bielorussia, Georgia e Lussemburgo;
  • FASCIA 5: Armenia, Cipro, Isole Faroe, Azerbaigian, Estonia, Kosovo, Kazakistan, Lituania, Lettonia e Andorra;
  • FASCIA 6: Malta, Moldova, Liechtenstein, Gibilterra e San Marino.

I 10 gruppi sorteggiati

Gruppo A: Portogallo, Serbia, Irlanda, Lussemburgo, Azerbaigian;
Gruppo B: Spagna, Svezia, Grecia, Georgia, Kosovo;
Gruppo C: Italia, Svizzera, Irlanda del Nord, Bulgaria, Lituania;
Gruppo D: Francia, Ucraina, Finlandia, Bosnia, Kazakistan;
Gruppo E: Belgio, Galles, Repubblica Ceca, Bielorussia, Estonia;
Gruppo F: Danimarca, Austria, Scozia, Israele, Far Oer, Moldavia;
Gruppo G: Olanda, Turchia, Norvegia, Montenegro, Lettonia, Gibilterra;
Gruppo H: Croazia, Slovacchia, Russia, Slovenia, Cipro, Malta;
Gruppo I: Inghilterra, Polonia, Ungheria, Albania, Andorra, San Marino;
Gruppo J: Germania, Romania, Islanda, Macedonia del Nord, Armenia, Liechtenstein.

Il calendario delle qualificazioni mondiali 2020

foto di Petkovic, allenatore della Svizzera
epa03446504 Lazio’s head coach Vladimir Petkovic is seen before the UEFA Europa League soccer match between Panathinaikos Athens and SS Lazio in Athens, Greece, 25 October 2012. EPA/MOSCHANDREOU PANAGIOTIS
  • 1^ giornata: 24-25 marzo 2021
  • 2^ giornata: 27-28 marzo 2021
  • 3^ giornata: 30-31 marzo 2021
  • 4^ giornata: 1-2 settembre 2021
  • 5^ giornata: 4-5 settembre 2021
  • 6^ giornata: 7-8 settembre 2021
  • 7^ giornata: (Italia impegnata in Nations League): 8-9 ottobre 2021
  • 8^ giornata: (Italia impegnata in Nations League): 11-12 ottobre 2021
  • 9^ giornata: 11-13 novembre 2021
  • 10^ giornata: 14-16 novembre 2021
  • Playoff, semifinali: 24-25 marzo 2022
  • Playoff, finali: 28-29 marzo 2022

Calendario partite Italia

  • 25 marzo 2021, Italia-Irlanda del Nord (20.45);
  • 28 marzo 2021, Bulgaria-Italia (20.45);
  • 31 marzo 2021, Lituania-Italia (20.45);
  • 2 settembre 2021, Italia-Bulgaria (20.45);
  • 5 settembre 2021, Svizzera-Italia (20.45),
  • 8 settembre 2021, Italia-Lituania (20.45);
  • 12 novembre 2021, Italia-Svizzera (20.45);
  • 15 novembre 2021, Irlanda del Nord-Italia (20.45).

Il calendario del Gruppo C

  • 25 marzo 2021, Bulgaria-Svizzera;
  • 28 marzo 2021, Svizzera-Lituania;
  • 31 marzo 2021, Irlanda del Nord-Bulgaria;
  • 2 settembre 2021, Lituania-Irlanda del Nord;
  • 5 settembre 2021, Bulgaria-Lituania;
  • 8 settembre 2021, Irlanda del Nord-Svizzera;
  • 9 ottobre 2021, Lituania-Bulgaria;
  • 9 ottobre 2021, Svizzera-Irlanda del Nord;
  • 12 ottobre 2021, Bulgaria-Irlanda del Nord;
  • 12 ottobre 2021, Lituania-Svizzera;
  • 12 novembre 2021, Irlanda del Nord-Lituania;
  • 15 novembre 2021, Svizzera-Bulgaria.
SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Serie A – Altro colpaccio esterno del Napoli: 2-0 alla Roma e -2 dalla Juventus

Si è da poco concluso il big match che ha chiuso la ventottesima giornata di Serie A tra Roma e Napoli. Azzurri che raccolgono il secondo successo consecutivo, sempre in trasferta, per 2-0. Una vittoria fondamentale per gli ospiti, che salgono al quinto posto in classifica, a meno due da Atalanta e Juventus. I giallorossi, invece, restano dietro e non è escluso che adesso puntino tutto sull’Europa League, visto che vincendola strapperebbero comunque il pass per la Champions League.

Serie A, vince ancora il Napoli

esultanza al gol di Dries Mertens

Il Napoli si aggiudica il posticipo della ventottesima giornata di Serie A. Gli azzurri si impongono 2-0 allo stadio Olimpico contro la Roma e torna decisivo Dries Mertens con una doppietta. Succede tutto nel primo tempo, con il belga che al 27′ la sblocca su calcio di punizione, tirato sul palo di Pau Lopez che, però, si fa sorprendere. Pochi minuti dopo arriva anche il raddoppio. Al 34′ Fabian Ruiz parte sulla trequarti, serve a Insigne che lancia per Politano, sponda di prima per il belga che praticamente a porta vuota di testa non sbaglia. Nella ripresa i giallorossi provano una reazione che, però, non arriva. I tre punti vanno agli azzurri, che salgono a 53 punti, da soli al quinto posto, a meno due da Atalanta e Juventus e con la gara da recuperare proprio contro i bianconeri.

Roma-Napoli 0-2, il tabellino

Maksimovic in un contrasto con Dzeko
Roma 21/03/2021 – campionato di calcio serie A / Roma-Napoli / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: Nikola Maksimovic-Edin Dzeko

Questo il tabellino del posticipo della ventottesima giornata di Serie A:

Marcatori: 27′, 34′ Mertens (N).

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Pellegrini (83′ Kumbulla), Diawara (67′ Villar), Spinazzola; Pedro (67′ Carles Perez), El Shaarawy; Dzeko (67′ Borja Mayoral). A disp.: Mirante, Fuzato, Villar, Santon, Reynolds, Fazio, Mayoral, Kumbulla, Pastore, Carles Perez, Calafiori. All.: Fonseca.

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Hysaj, Maksimovic (86′ Manolas), Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme; Politano (73′ Lozano), Zielinski (73′ Elmas), Insigne (86′ Bakayoko); Mertens (66′ Osimhen). A disp.: Meret, Contini, Zedadka, Bakayoko, Elmas, Osimhen, Lozano, Costanzo, Manolas, Cioffi. All.: Gattuso.

Ammoniti: Ibanez (R), Mancini (R), Zielinski (N), Diawara (R), El Shaarawy (R), Koulibaly (N), Villar (R), Osimhen (N).

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Sorteggio Quarti e Semifinali Champions League 2021: ecco gli accoppiamenti

Sorteggio quarti e semifinali Champions League – Al termine degli ottavi di finale, sono solo otto le squadre qualificate per i quarti della Champions League 2020-2021. I quattro accoppiamenti sono stati sorteggiati venerdì 19 marzo alle ore 12:00 in quel di Nyon in Svizzera. Il secondo turno della fase ad eliminazione diretta si giocherà nel mese di aprile: le gare saranno spalmate su due settimane, infatti le sfide di andata si giocheranno tra il 6 e 7 aprile, mentre il ritorno è in programma sette giorni dopo, tra il 13 e 14 aprile 2021.

Le squadre qualificate e la procedura di sorteggio

Andiamo adesso a dare uno sguardo alle squadre qualificate ai quarti di finale. Le prime squadre a strappare il pass per i quarti, in ordine temporale, sono state il Borussia Dortmund di Terzic e il Porto di Sergio Conceicao. I tedeschi hanno estromesso il Siviglia, vincendo per 3-2 in Spagna e poi pareggiando per 2-2 in casa. I lusitani hanno invece sorpreso la Juventus di Pirlo, vincendo al Do Dragao per 2-1 e poi limitando i danni nel ritorno di Torino perdendo per 3-2 dopo i tempi supplementari. A seguire passaggio del turno conseguito anche dal PSG di Pochettino, vincendo 4-1 in casa del Barcellona e poi pareggiando 1-1 a Parigi, e per il Liverpool di Klopp, vittorioso contro il Lipsia per 2-0 sia all’andata che al ritorno.

Nelle ultime quattro sfide degli ottavi, le prime a passare sono state il Manchester City che ha superato senza problemi il Borussia Monchengladbach, vincendo per 2-0 entrambi le sfide coi tedeschi giocate in Ungheria, e il Real Madrid di Zidane, che ha battuto due volte l’Atalanta, 1-0 a Bergamo e poi 3-1 in casa. Infine è stata la volta dei campioni in carica del Bayern Monaco, battendo la Lazio 4-1 all’Olimpico e 2-1 anche in Germania, e del Chelsea di Tuchel che ha eliminato l’Atletico Madrid, vincendo 1-0 in trasferta e 2-0 in quel di Stamford Bridge.

foto di Vinicius, attaccante del Real Madrid

Il sorteggio non prevede nessuna restrizione, con sfide possibili anche tra squadre della stessa nazione, andando a stilare un vero e proprio tabellone stile tennistico. Il sorteggio sarà effettuato in due fasi: il primo riguarderà i quarti di finale, creando dunque i quattro accoppiamenti tra le otto squadre qualificate. Mentre il secondo riguarderà, invece, le semifinali e, di conseguenza, anche la finale.

LE SQUADRE QUALIFICATE

BORUSSIA DORTMUND (GER), PORTO (POR), LIVERPOOL (ING), PSG (FRA), MANCHESTER CITY (ING), REAL MADRID (SPA), BAYERN MONACO (GER), CHELSEA (ING).

Accoppiamenti quarti di finale Champions League

PARTITE DI ANDATA

MANCHESTER CITY (ING) – BORUSSIA DORTMUND (GER) 6 APRILE ORE 21:00

REAL MADRID (SPA) – LIVERPOOL (ING) 6 APRILE ORE 21:00

PORTO (POR) – CHELSEA (ING) 7 APRILE ORE 21:00

BAYERN MONACO (GER) – PSG (FRA) 7 APRILE ORE 21:00

PARTITE DI RITORNO

CHELSEA – PORTO (POR) 13 APRILE ORE 21:00

PSG (FRA) – BAYERN MONACO (GER) 13 APRILE ORE 21:00

BORUSSIA DORTMUND (GER) – MANCHESTER CITY (ING) 14 APRILE ORE 21:00

LIVERPOOL (ING) – REAL MADRID (SPA) 14 APRILE ORE 21:00

Accoppiamenti semifinali Champions League

BAYERN MONACO (GER) – PSG (FRA) VS MANCHESTER CITY (ING) – BORUSSIA DORTMUND (GER)

REAL MADRID (SPA) – LIVERPOOL (ING) VS PORTO (POR) – CHELSEA (ING)

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Sorteggio Quarti e Semifinali Europa League 2021: gli accoppiamenti, è Ajax-Roma

Sorteggio quarti e semifinali Europa League – Al termine degli ottavi di finale, sono solo otto le squadre qualificate per i quarti della Champions League 2020-2021. I quattro accoppiamenti sono stati sorteggiati venerdì 19 marzo alle ore 13:00 in quel di Nyon in Svizzera. Il secondo turno della fase ad eliminazione diretta si giocherà nel mese di aprile: le gare saranno spalmate su due settimane, infatti le sfide di andata si giocheranno tra giovedì 8 aprile, mentre il ritorno è in programma sette giorni dopo, il 15 aprile 2021.

Le squadre qualificate e la procedura di sorteggio

Andiamo adesso a dare uno sguardo alle squadre qualificate ai quarti di finale. Le prime squadre a strappare il pass per i quarti, in ordine temporale, sono state la Roma di Paulo Fonseca, dopo aver battuto lo Shakhtar 3-0 in casa e poi 2-1 anche in Ucraina, l’Arsenal di Arteta, vincendo 3-1 sul campo dell’Olympiakos e poi perdendo senza effetti a Londra 1-0. Passaggio del turno anche per il Granada, con gli spagnoli che hanno battuto 2-0 in casa il Molde, limitando i danni in Norvegia nel ko per 2-1. Infine clamorosa la qualificazione della Dinamo Zagabria, con i croati che, sconfitti 2-0 sul campo del Tottenham, hanno ribaltato tutto, vincendo per 3-0 ai tempi supplementari con la tripletta di Orsic.

Nelle ultime quattro sfide di ritorno degli ottavi, a passare sono state il Manchester United che ha piegato il Milan di misura, vincendo 1-0 al Meazza nel ritorno dopo l’1-1 di Old Trafford, e l’Ajax vittorioso in entrambe le partite contro lo Young Boys (3-0 in Olanda e 2-0 in Svizzera). Infine quarti di finale guadagnati da Slavia Praga, capace di eliminare i Rangers vincendo 2-0 a Glasgow, dopo l’1-1 in casa, e il Villarreal di Emery, che ha sconfitto con un doppio 2-0 la Dinamo Kiev.

foto di Pierre Emerick Aubameyang in esultanza

Il sorteggio non prevede nessuna restrizione, con sfide possibili anche tra squadre della stessa nazione, andando a stilare un vero e proprio tabellone stile tennistico. Il sorteggio sarà effettuato in due fasi: il primo riguarderà i quarti di finale, creando dunque i quattro accoppiamenti tra le otto squadre qualificate. Mentre il secondo riguarderà, invece, le semifinali e, di conseguenza, anche la finale.

LE SQUADRE QUALIFICATE

ROMA (ITA), ARSENAL (ING), GRANADA (SPA), DINAMO ZAGABRIA (CRO), MANCHESTER UTD (ING), AJAX (OLA), SLAVIA PRAGA (CEC), VILLARREAL (SPA).

Accoppiamenti quarti di finale Europa League

ANDATA 7 APRILE ORE 21:00

GRANADA (SPA) – MANCHESTER UTD (ING)

ARSENAL (ING) – SLAVIA PRAGA (CEC)

AJAX (OLA) – ROMA (ITA)

DINAMO ZAGABRIA (CRO) – VILLARREAL (SPA)

RITORNO 14 APRILE ORE 21:00

MANCHESTER UTD (ING) – GRANADA (SPA)

SLAVIA PRAGA (CEC) – ARSENAL (ING) 

ROMA (ITA) – AJAX (OLA) 

VILLARREAL (SPA) – DINAMO ZAGABRIA (CRO)

Accoppiamenti semifinali Europa League

GRANADA (SPA) – MANCHESTER UTD (ING) VS AJAX (OLA) – ROMA (ITA)

DINAMO ZAGABRIA (CRO) – VILLARREAL (SPA) VS ARSENAL (ING) – SLAVIA PRAGA (CEC)

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Inter, rinviata la gara con il Sassuolo per focolaio Covid: il comunicato del club

La gara tra Inter e Sassuolo, in programma sabato alle ore 20:45 allo stadio Meazza, è stata rinviata a data da destinarsi. L’ATS, infatti, ha vietato lo svolgimento della gara a causa del focolaio Covid che ha colpito la squadra nerazzurra in queste ore. Dopo le positività di Danilo D’Ambrosio e Samir Handanovic riscontrate nei giorni scorsi, infatti, quest’oggi sono stati ufficializzati altri due casi, quelli di Stefan De Vrij e Matìas Vecino.

Rinviata Inter-Sassuolo

L’anticipo tra Inter e Sassuolo valido per la ventottesima giornata di Serie A non si giocherà. La sfida è stata rinviata a data da destinarsi e molto probabilmente si giocherà il 7 o il 14 aprile. I nerazzurri stanno facendo i conti con un focolaio Covid, con 4 positivi accertati: Danilo D’Ambrosio, Samir Handanovic, Stefan De Vrij e Matìas Vecino. Nei prossimi giorni verranno effettuati altri tamponi visto che ci sono altri casi sospetti. Le attività, qualora tutto dovesse andare bene, dovrebbero riprendere tra lunedì e martedì alla Pinetina, mentre tutti i giocatori non potranno rispondere alle convocazioni delle rispettive Nazionali.

Il comunicato dell’Inter

esultanza al gol dell'Inter

Questo il comunicato dell’Inter, diramato sul sito ufficiale:

FC Internazionale Milano comunica che Stefan de Vrij e Matias Vecino sono risultati positivi al Covid-19 in seguito ai test effettuati nella giornata di ieri. I due nerazzurri sono già in quarantena presso la propria abitazione. 

L’ATS di Milano, informata delle nuove positività, ha deciso quanto segue: 

  • sospensione immediata di qualsiasi tipo di attività della squadra per quattro giorni, domenica 21 marzo compresa;
  • divieto di disputa di Inter-Sassuolo in programma sabato 20 marzo 2021;
  • divieto di rispondere alle convocazioni per tutti i calciatori convocati dalle rispettive nazionali.

Nella giornata di lunedì 22 marzo, prima della eventuale ripresa delle attività, verranno ripetuti i tamponi molecolari a tutto il gruppo squadra.

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Everton-Manchester City, le probabili formazioni: le scelte di Ancelotti e Guardiola

Al Goodison Park di Liverpool si gioca il match valido per i quarti di finale di Fa Cup tra Everton e Manchester City. I padroni di casa stanno avendo un rendimento altalenante in quest’annata, mentre gli ospiti stanno dominando la Premier League. In campionato i Citiziens hanno espugnato il Goodison Park battendo i Toffees con un netto 3-1. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Everton-Manchester City.

Come ci arrivano le due squadre

foto di Ancelotti mentre guida i suoi giocatori

L’Everton è in corsa per un piazzamento europeo in campionato. I Toffees nelle ultime uscite hanno avuto un rendimento altalenante ma sognano in grande. Attualmente sono settimi in Premier League con 46 punti, a cinque lunghezze dal Chelsea quarto e a due punti dal West Ham quinto. La squadra di Carlo Ancelotti viene da due sconfitte consecutive, l’ultima in casa contro il Burnley per 2-1. Agli ottavi di finale eliminato il Tottenham con uno spettacolare 5-4 dopo i tempi supplementari.

Il Manchester City aveva deluso le aspettative nella prima parte della stagione. I Citiziens, però, si sono nettamente ripresi e ora sono in fuga avendo conquistato il primato in classifica con 71 punti, a più diciassette sul Manchester United secondo e diciotto sul Leicester terzo e a più venti sul Chelsea. I padroni di casa sono in un grande momento di forma e sembrano inarrestabili. Nell’ultimo turno la squadra di Pep Guardiola ha battuto in scioltezza il Fulham per 3-0 in trasferta. Agli ottavi di finale eliminato lo Swansea con il successo per 3-1.

Le scelte di Ancelotti e Guardiola

foto di Bruyne con Gabriel Jesus
Lisbona (Portogallo) 15/08/2020 – Final Eight Champions League / Manchester City-Lione / foto Getty/Uefa/Image Sport nella foto: Kevin De Bruyne-Gabriel Jesus

Il tecnico dell’Everton, Carlo Ancelotti, dovrebbe schierarsi con il 4-2-3-1. A guidare l’attacco ci sarà Calvert-Lewin, ai suoi lati dovrebbero agire Iwobi e Richarlison, con Bernard trequartista centrale. In mezzo al campo spazio per Doucouré e André Gomes.

Il tecnico del Manchester City, Pep Guardiola, si affiderà al solito 4-3-3. In mezzo al campo dovrebbero esserci Rodri, Gundogan e De Bruyne. In attacco ci sarà Aguero dal primo minuto. Ai suoi lati ci saranno Sterling e Torres, mentre dovrebbe partire dalla panchina Gabriel Jesus.

Probabili formazioni Everton-Manchester City

Everton (4-2-3-1): Pickford; Holgate, Godfrey, Keane, Digne; Doucouré, André Gomes; Richarlison, Bernard, Iwobi; Calvert-Lewin.

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Ruben Dias, Stones, Zinchenko; Gundogan, Rodri, De Bruyne; Torres, Aguero, Sterling.

Diretta tv e streaming Everton-Manchester City

Il match tra Everton e Manchester City, con fischio d’inizio previsto alle ore 18:30, sarà visibile in diretta tv su Dazn. Scopri se Everton-Manchester City è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Everton-Manchester City

Per quanto riguarda il pronostico, a nostro avviso il City ha sicuramente qualcosa in più rispetto ai propri avversari. A nostro avviso, dunque, i Citiziens riusciranno a portare a casa la vittoria e la conseguente qualificazione.

EVERTON-MANCHESTER CITY: segno 2 / risultato esatto 1-2

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS