Arsenal-Slavia Praga, le probabili formazioni: Arteta punta su Aubameyang

foto di Pierre Emerick Aubameyang in esultanza

L’Arsenal voleva tornare in Champions League in questa stagione dopo diversi anni. I padroni di casa, però, hanno deluso le aspettative fino ad ora. Gunners che sono decimi con 42 punti, a nove punti dal quinto posto e a dieci dal West Ham quarto in zona Champions. Nell’ultimo turno la squadra di Arteta ha subito una pesante sconfitta perdendo in casa 3-0 contro il Liverpool. Agli ottavi di finale eliminato l’Olympiakos.

Lo Slavia Praga sta dominando il campionato ed è ad un passo dal titolo. I cechi sono in testa con 65 punti, con ben quattordici punti di vantaggio sullo Sparta Praga secondo, pur avendo giocato due partite in più. Nell’ultimo turno è arrivato il pareggio per 0-0 in casa del Brno. Agli ottavi di Europa League la squadra di Trpisovsky ha eliminato a sorpresa il Leicester.

Le scelte tecniche

Il tecnico dell’Arsenal, Arteta, dovrebbe scendere in campo con un 4-2-3-1. Al centro dell’attacco ci sarà Aubameyang. Alle sue spalle saranno liberi di agire sulla linea dei trequartisti Pepé, Odegaard e Saka. A fare da schermo davanti alla difesa, invece, dovrebbero esserci Xhaka e Ceballos.

Il tecnico dello Slavia Praga, Trpisovsky, si affiderà al 4-2-3-1. A guidare l’attacco Kuchta, con Sima, Stanciu e Olayinka a supporto alle sue spalle. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Masopust e Holes.

Probabili formazioni Arsenal-Slavia Praga

Arsenal (4-2-3-1): Leno; Bellerin, Luiz, Magahlaes, Soares; Ceballos, Xhaka; Pepé, Odegaard, Saka; Aubemayang.

Slavia Praga (4-2-3-1): Kolar; Bah, Deli, Zima, Dorley; Holes, Masopust; Sima, Stanciu, Olayinka; Kuchta.

Diretta tv e streaming Arsenal-Slavia Praga

Il match tra Arsenal e Olympiakos, con fischio d’inizio previsto alle ore 21, sarà visibile in diretta tv su Sky Sport. Scopri se Arsenal-Slavia Praga è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Arsenal-Slavia Praga

Per quanto riguarda il pronostico, l’Arsenal a nostro avviso ha sicuramente qualcosa in più rispetto ai propri avversari. Per questo motivo, il nostro consiglio è quello di puntare sul successo dei Gunners.

ARSENAL-OLYMPIAKOS: segno 1 / risultato esatto 3-1

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Manchester City-Borussia Dortmund, le probabili formazioni: le scelte di Guardiola e Terzic

All’Etihad Stadium si gioca l’andata dei quarti di finale di Champions League tra Manchester City e Borussia Dortmund. Citiziens che sembrano inarrestabili in questa stagione e partono sicuramente con i favori del pronostico in questa doppia sfida. L’ultimo precedente tra le due squadre risale ad un amichevole del 2018, con il successo dei tedeschi per 1-0. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Manchester City-Borussia Dortmund.

Le ultime su Manchester City-Borussia Dortmund

esultanza di Haland dopo il gol

Il Manchester City aveva deluso le aspettative nella prima parte della stagione. I Citiziens, però, si sono nettamente ripresi e ora sono in fuga avendo conquistato il primato in classifica con 74 punti, a più diciassette sul Manchester United secondo e diciotto sul Leicester terzo e a più ventitré sul Chelsea. I padroni di casa sono in un grande momento di forma e sembrano inarrestabili. Nell’ultimo turno la squadra di Pep Guardiola ha battuto in trasferta anche il Leicester per 2-0. Agli ottavi di finale eliminato il Borussia Monchengladbach con un doppio 2-0.

Il Borussia Dortmund sta disputando una stagione piena di alti e bassi. Gli ospiti hanno cambiato allenatore, affidandosi all’emergente Terzic al posto di Favre. Il rendimento non è stato dei migliori in campionato. I gialloneri, infatti, sono quinti in classifica con 43 punti, a meno quattro dall’Eintracht quarto. Nell’ultimo turno è arrivata la pesante sconfitta interna proprio contro l’Eintracht per 2-1. Agli ottavi di Champions League eliminato il Siviglia.

Le scelte degli allenatori

foto di Bruyne con Gabriel Jesus
Lisbona (Portogallo) 15/08/2020 – Final Eight Champions League / Manchester City-Lione / foto Getty/Uefa/Image Sport nella foto: Kevin De Bruyne-Gabriel Jesus

Il tecnico del Manchester City, Pep Guardiola, si affiderà al solito 4-3-3. In mezzo al campo dovrebbero esserci Rodri, Gundogan e De Bruyne. In attacco ci sarà Gabriel Jesus dal primo minuto. Ai suoi lati ci saranno Sterling e Torres, che hanno riposato con il Leicester, mentre dovrebbe partire dalla panchina Aguero.

Il tecnico del Borussia Dortmund, Terzic, scenderà in campo con il 4-2-3-1 visto fino ad ora. A guidare l’attacco ci sarà Haaland, con Hazard, Reyna e Bellingham liberi di agire alle sue spalle. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Delaney e Dahoud.

Probabili formazioni Manchester City-Borussia Dortmund

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Ruben Dias, Stones, Zinchenko; Gundogan, Rodri, De Bruyne; Torres, Gabriel Jesus, Sterling.

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Hitz; Meunier, Can, Hummels, Schulz; Delaney, Dahoud; Hazard, Bellingham, Reyna; Haaland.

Diretta tv e streaming Manchester City-Borussia Dortmund

Il match tra Manchester City e Borussia Dortmund, con fischio d’inizio previsto alle ore 21, sarà visibile in diretta tv su Sky Sport. Scopri se Manchester City-Borussia Dortmund è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Manchester City-Borussia Dortmund

Per quanto riguarda il pronostico, a nostro avviso il City ha sicuramente qualcosa in più rispetto ai propri avversari. A nostro avviso, dunque, i Citiziens riusciranno a portare a casa la vittoria.

MANCHESTER CITY-BORUSSIA DORTMUND: segno 1 / risultato esatto 4-1

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

La Juventus non riparte, il Torino impone il 2-2 ai bianconeri. L’Inter espugna Bologna e spicca il volo

Dopo le otto partite della 29esima giornata, giocate tra ora di pranzo e le ore 15:00, si è disputato il primo posticipo nel derby della Mole fra Torino Juventus. E alla fine è arrivato uno spettacolare 2-2, con i bianconeri avanti subito con Chiesa e rimontati dalla doppietta di Sanabria a cavallo dei due tempi. Nel finale il pari firmato da Ronaldo, senza però poi riuscire a trovare la zampata della vittoria, scendendo comunque al quinto posto con 56 punti, agguantato dal Napoli. Per il Torino un buon pareggio, toccando quota 24 e ora a più due sul Cagliari terz’ultimo. Alle ore 20:45, a chiudere il turno, la sfida del Dall’Ara tra Bologna Inter, con i nerazzurri vittoriosi per 1-0, solita firma di Lukaku, e sempre più in fuga in vetta alla classifica.

Torino-Juventus 2-2

Sul fronte formazioni ufficiali il Torino si presente col 3-4-1-2 con Verdi alle spalle di Sanabria e Belotti, mentre la Juventus di Pirlo risponde col classico 4-4-2 con Chiesa e Kulusevski sulle fasce a supporto di Ronaldo e Morata. La partenza della Juventus è di quelle importanti, con due occasioni per Morata e Chiesa. Il Torino risponde al 6′ con una pericolosa sventola di Mandragora dal limite, ma al 13′ Juventus in vantaggio: scambio al limite dell’area tra Chiesa e Morata, l’ex Fiorentina si incunea in area di rigore e da posizione defilata calcia con l’interno del mancino a battere Sirigu. I bianconeri però ‘mollano’ la presa e il Torino si ridesta col passare dei minuti, trovando il pareggio al minuto 27‘: conclusione potente dalla distanza con il mancino di Mandragora, il suo tentativo viene respinto centralmente da Szczesny e Sanabria di testa non si fa pregare nel tap-in vincente. All’intervallo è dunque 1-1.

Secondo tempo, gol di Sanabria e Ronaldo

gol di Sanabria in Torino-Juventus

Il secondo tempo si apre senza cambi, ma col Torino subito in gol dopo appena 17 secondi: errore clamoroso di Kulusevski che regala la sfera a Sanabria con un passaggio all’indietro sbadato, l’ex Genoa punta De Ligt e poi calcia sul primo palo trafiggendo un Szczesny non certo esente da colpe. Doppietta per il centravanti paraguaiano e Juventus costretta a rimontare. Però è solo Chiesa a suonare la carica, con un destro da fuori, deviato, che mette i brividi a Sirigu. Al 65′ arriva il primo cambio del match, con Nicola che manda in campo Lukic al posto dell’ammonito Rincon, mentre nella Juventus al 71′ entrano in campo Bernardeschi e Ramsey. 

Cambi che danno un po’ di brio ai bianconeri, che trovano il 2-2 all’81’: sugi sviluppi di una punizione, Bernardeschi mette in mezzo da sinistra, la girata di Chiellini diventa un assist per Ronaldo che di testa non sbaglia. Il guardalinee alza la bandiera per segnalare il fuorigioco del portoghese, ma il VAR corregge e convalida. Il finale di partita è acceso, con la Juventus vicina al nuovo vantaggio con un destro di Bentancur che Sirigu manda a sbattere sul palo, mentre dall’altra parte è Szczesny a riscattarsi parzialmente da una brutta serata, salvando sulla punizione di Baselli al 94′. Finisce 2-2, un punto decisamente più conveniente al Torino che ad una Juventus ancora a corrente alternata.

Bologna-Inter 0-1

Sul fronte formazioni ufficiali, Mihajlovic schiera il Bologna con il consueto 4-2-3-1 in cui il centravanti Barrow è supportato da Skov Olsen, Soriano e Sansone. Dall’altra parte l’Inter di Conte risponde col 3-5-2 con Ranocchia al centro della difesa e Young esterno a sinistra. Per il resto ‘soliti noti’ con Lautaro e Lukaku di punta. La fase iniziale di match scorre via senza grandi scossoni, con l’Inter compatta e attenta a non concedere spazi al Bologna. E alla prima occasione i nerazzurri vanno in vantaggio, minuto 31: Iniziativa dalla sinistra di Bastoni, cross teso destinato a Lukaku che incorna di testa ma trova l’opposizione di Ravaglia che devia sul palo, sul tap-in il belga interviene col piede destro accompagnando in porta il pallone. Poco dopo Mihajlovic perde Tomiyasu per infortunio, al suo posto dentro De Silvestri. Al 46’ arrivano due chance da gol per i felsinei, con prima Handanovic ad alzare in corner la conclusione di Schouten, poi Soriano gira alto il pallone messo in mezzo dalla bandierina.

gol di Lukaku in Bologna-Inter

Il secondo tempo si apre senza ulteriori cambi e con un Bologna aggressivo. L’Inter però quando riparte è pericolosissima e al 50’ sfiora il raddoppio: Brozovic porta avanti un contropiede, arriva sulla trequarti e serve Lautaro Martinez, finta dell’argentino che dalla distanza prova a piazzare un tiro a giro colpendo un clamoroso palo. A mezz’ora dalla fine Conte manda in campo Gagliardini per Eriksen, col Bologna insidioso al 64’ con una girata al volo di Sansone che trova pronto Handanovic. Nel quarto finale di gara arrivano altri cambi, con Svanberg Vignato nel Bologna mentre Darmian Sanchez entrano in campo per gli ospiti. Si entra nell’ultimo quarto d’ora con l’Inter sempre in vantaggio di un gol e in controllo del match. Le ultime mosse di Mihajlovic sono Orsolini Juwara, giocandosi il tutto per tutto. Ma non succede altro, l’Inter vince e vola a più otto sul Milan (unica nota stonata le ammonizioni di Bastonie Brozovic, diffidati e squalificati per il recupero di mercoledì col Sassuolo).

Info Serie A 2020-2021

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Everton-Crystal Palace, le probabili formazioni: padroni di casa in crisi

L’Everton per provare a tornare in corsa per un piazzamento europeo. Il Crystal Palaceper tenersi lontano dalle zone calde della classifica. Sono questi i temi principali del match che si giocherà al Goodison Park di Liverpool, valido per il posticipo della trentesima giornata di Premier League, l’undicesima del girone di ritorno. Nella sfida di andata, giocata al Selhurst Park, successo dei Toffees per 2-1. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Everton-Crystal Palace.

Le ultime su Everton-Crystal Palace

foto di Roy Hodgson, allenatore del Crystal Palace

L’Everton era in corsa per un piazzamento europeo in campionato. I Toffees nelle ultime uscite hanno avuto un calo che ha complicato la rincorsa europea. Attualmente sono ottavi in Premier League con 46 punti, a cinque lunghezze dal Chelsea quarto e a tre punti dal West Ham quinto. La squadra di Carlo Ancelotti viene da tre sconfitte consecutive, l’ultima in casa contro il Manchester City in Fa Cup per 2-0. In campionato nell’ultima gara disputata sconfitta interna contro il Burnley per 2-1.

Il Crystal Palace punta ad una salvezza tranquilla, così come successo lo scorso anno, quando ha chiuso a metà classifica. Gli ospiti hanno raccolto 37 punti fino ad ora. In questo momento la squadra di Hodgson è in una posizione tranquilla, avendo undici punti di vantaggio sul Fulham terzultimo. Nell’ultimo turno è arrivato il successo interno di misura per 1-0 contro il West Bromwich.

Le scelte tecniche

Il tecnico dell’Everton, Carlo Ancelotti, dovrebbe schierarsi con il 4-2-3-1. A guidare l’attacco ci sarà Calvert-Lewin, ai suoi lati dovrebbero agire Iwobi e Richarlison, con James Rodriguez trequartista centrale. In mezzo al campo spazio per Doucouré e André Gomes.

Il tecnico del Crystal Palace, Hodgson, si affiderà ad un classico 4-4-2. La coppia d’attacco sarà formata da Batshuayi e Benteke. Gli esterni di centrocampo saranno Townsend e Eze. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Riedewald e Milivojevic.

Probabili formazioni Everton-Crystal Palace

Everton (4-2-3-1): Pickford; Holgate, Godfrey, Keane, Digne; Doucouré, André Gomes; Richarlison, James Rodriguez, Iwobi; Calvert-Lewin.

Crystal Palace (4-4-2): Guarna; Ward, Kouyate, Cahill, Van Aanholt; Towsend, Riedewald, Milivojevic, Eze; Batshuayi, Benteke.

Diretta tv e streaming Everton-Crystal Palace

Il match tra Everton e Crystal Palace, con fischio d’inizio previsto alle ore 19, sarà visibile in diretta tv su Sky Sport Football. Scopri se Everton-Crystal Palace è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Everton-Crystal Palace

Per quanto riguarda il pronostico, a nostro avviso l’Everton ha sicuramente qualcosa in più rispetto ai propri avversari. A nostro avviso, dunque, i Toffees riusciranno a portare a casa la vittoria.

EVERTON-CRYSTAL PALACE: segno 1 / risultato esatto 3-1

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Newcastle-Tottenham, le probabili formazioni: Mourinho rincorre il quarto posto

Il Newcastle per allontanarsi dalla zona retrocessione. Il Tottenham per restare agganciato al treno Champions. Sono questi i temi principali del match che si giocherà al Saint James Park di Newcastle, valido per la trentesima giornata di Premier League, l’undicesima giornata di ritorno. Nella sfida di andata, giocata al Tottenham Stadium, le due squadre si sono divise la posta in palio con il pareggio per 1-1. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Newcastle-Tottenham.

News su Newcastle-Tottenham

foto di Mourinho

Il Newcastle punta anche quest’anno ad ottenere una salvezza tranquilla. Magpies che stanno attraversando un periodo delicato visto che sono a ridosso delle zone calde. Al momento sono quartultimi in classifica con 28 punti, a più due sulla zona retrocessione. La squadra di Bruce non vince da sei partite e nell’ultimo turno è stata sconfitta in trasferta contro il Brighton per 3-0.

Il Tottenham è stato in lotta per i vertici della Premier League ad inizio stagione, ma hanno perso posizioni nelle ultime settimane. Gli Spurs, infatti, sono scivolati al sesto posto con 48 punti, troppo distante dal Manchester City capolista e a meno tre dal Chelsea quarto. La squadra di Mourinho nell’ultimo turno è tornata al successo battendo in trasferta l’Aston Villa per 2-0.

Le ultime sulle due formazioni

foto di Henry Kane con un pallone in mano

Il tecnico del Newcastle, Bruce, sembra orientato a scendere in campo con il 4-3-1-2. La coppia d’attacco sarà formata da Fraser e Joelinton. Alle loro spalle sarà libero di agire sulla linea dei trequartisti Willock. La cerniera di centrocampo, invece, dovrebbe essere composta da Hendrick, Shelvey e Hayden.

Il tecnico del Tottenham, José Mourinho, si affiderà al solito 4-2-3-1. Al centro dell’attacco ci sarà Harry Kane. Alle sue spalle saranno liberi di agire sulla linea dei trequartisti Bale, Lucas Moura e Son. A fare da schermo davanti alla difesa, invece, dovrebbero esserci Hojbjerg e Ndombele.

Probabili formazioni Newcastle-Tottenham

Newcastle (4-4-2): Darlow; Yedlin, Clark, Fernandez, Lewis; Hendrick, Shelvey, Almiron; Willock; Fraser, Joelinton.

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Doherty, Sanchez, Alderweireld, Reguilon; Hojbjerg, Ndombele; Bale, Lucas Moura, Son; Kane.

Diretta tv e streaming Newcastle-Tottenham

Il match tra Newcastle e Tottenham, con fischio d’inizio previsto alle ore 15:05, sarà visibile in diretta tv su Sky Sport Football. Scopri se Newcastle-Tottenham è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Newcastle-Tottenham

Per quanto riguarda il pronostico, ci aspettiamo una partita abbastanza equilibrata. A nostro avviso, però, il Tottenham riuscirà a portare a casa i tre punti.

Newcastle-Tottenham: segno 2 / risultato esatto 1-2

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS