Il Milan resta in vetta alla Serie A: goleade di Inter, Napoli e Atalanta. Vincono Roma, Verona e Torino

Dopo la pausa per le festività natalizie, la Serie A è tornata in campo per la 15esima giornata in questa domenica 3 gennaio con otto match in programma tra le 12:30 e le ore 15:00. Nelle sfide che interessavano il vertice, l’Inter ha aperto il turno all’ora di pranzo battendo in goleada per 6-2 il Crotone. Successi anche per Napoli (4-1 a Cagliari), Roma (1-0 alla Sampdoria) e Atalanta (5-1 al Sassuolo). La Lazio pareggia 1-1 col Genoa, così come pari in Fiorentina-Bologna 0-0, infine successi esterni per Verona (1-0 a La Spezia) e Torino (3-0 a Parma). Alle ore 18:00 invece, il Milan ha superato per 2-0 al Vigorito il Benevento, resistendo anche in dieci uomini dal 33′ del primo tempo.

Benevento-Milan 0-2

La sfida del Vigorito parte su buoni ritmi e l’episodio che sblocca il match nasce da un errore in disimpegno del Benevento al 14’: pallone corto di Montipò, Rebic anticipa Tuia e viene atterrato. Un rigore evidente che Kessie trasforma spiazzando il portiere di casa. I sanniti reagiscono e al 20’ un sinistro di Insigne dal limite colpisce un clamoroso palo interno, anche se una possibile svolta arriva al 33’ quando Tonali viene espulso dall’arbitro Pasqua per un brutto fallo su Ionita, con l’ausilio del VAR. Il finale di primo tempo è un assedio alla porta dei rossoneri, che però si salvano.

il gol di Leao in Benevento-Milan

Il secondo tempo si apre però col raddoppio milanista al 48’: giocata straordinaria di Leao, che attacca la profondità e anticipa l’uscita da parte di Montipò, poi il portoghese da posizione defilata va a segno con un pallonetto delizioso. Il Benevento non si dà per vinto continuando ad attaccare, ma al 60’ Caprari manda fuori un calcio di rigore, concesso per un fallo di Krunic sullo stesso attaccante ex Samp. Nel finale di match il Milan potrebbe anche arrotondare il successo, ma questa volta la sfortuna ci vede rossonero con i pali colpiti da Calhanoglu al 72’ e di Kessie all’84’.

Roma-Sampdoria 1-0

Si gioca sotto una pioggia intensa e il primo tempo dell’Olimpico non regala grandi emozioni. In linea generale meglio i padroni di casa, che non sono riusciti però a trovare il giusto varco negli ultimi trenta metri. Tuttavia ospiti ben chiusi e pericolosi al 37′ con un destro di Candreva da fuori che costringe Pau Lopez ad alzare in corner.

Il secondo tempo si apre con una Roma all’attacco e vicinissima al vantaggio al minuto 62′, con la traversa colpita da Smalling con un colpo di testa. Il terreno di gioco diventa sempre più zuppo d’acqua e col pallone che inizia anche a fermarsi. La pressione giallorossa si fa sempre più insistente, con Audero bravo ad opporsi a Dzeko. Ma dall’altra parte anche Pau Lopez deve salvare sul colpo aereo di Thorsby. Tuttavia al 72′ il match si sblocca, con Dzeko bravissimo a deviare in rete col destro un cross radente di Karsdorp.

Mkhitaryan contro Jankto in Roma-Sampdoria

Cagliari-Napoli 1-4

La prima frazione di gioco vede un Napoli concentrato e che, dopo un paio di affondi insidiosi, trova la rete del vantaggio con un sinistro da limite di Zielinski che batte Cragno. Nel finale di tempo protagonista Manolas, prima con un errore che Simeone non sfrutta calciando a lato, poi impegnando Cragno in proiezione offensiva.

Il secondo tempo regala subito emozioni. Al 60′ arriva il pareggio per il Cagliari a firma Joao Pedro, con un destro preciso. L’1-1 dura poco visto che al 62′ è ancora Zielinski a firmare il nuovo vantaggio del Napoli, questa volta dopo una grande giocata personale. Tutto da rifare per i sardi, i quali restano anche in dieci uomini per l’espulsione di Lykogiannis per doppia ammonizione al 65′. Gli ospiti ne approfittano e al 74′ Lozano firma il tris partenopeo, prima del rigore di Insigne all’85’ per l’1-4.

Risultati della 15ª giornata Serie A

Come detto in apertura, è finita 6-2 la prima sfida di giornata fra Inter Crotone, con i nerazzurri che, dopo un primo tempo chiuso sul 2-2 (Zanellato, Lautaro, autorete Marrone Golemic su rigore), hanno dilagato nella ripresa con Lautaro, ancora a segno due volte per la tripletta personale, Lukaku Hakimi. L’unica nota stonata la contrattura al quadricipite della coscia destra per l’attaccante belga, da valutare in vista dei tanti impegni ravvicinati che attendono la formazione di Conte.

gol di Martinez in Inter-Crotone

Nelle altre cinque sfide giocate invece alle 15:00, schiacciante vittoria dell’Atalanta al Gewiss Stadium contro il Sassuolo. Il 5-1 finale è firmato dalla doppietta di Zapata, Pessina, Gosens e Muriel per i nerazzzurri, di Chiriches al 75′ la rete della bandiera emiliana. Finisce senza reti Fiorentina-Bologna, mentre la Lazio non va oltre l’1-1 sul campo del Genoa con le reti di Immobile su rigore e Destro. Infine il Verona vince 1-0 in casa dello Spezia con la rete al 75′ di Zaccagni, mentre il Torino espugna Parma 3-0 con i gol di Singo, Izzo e Gojak.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *