Serie A: goleada Roma a Bologna, Inter e Napoli vincono in rimonta. Tris Atalanta

L’undicesima giornata di Serie A è proseguita (dopo i tre anticipi del sabato) con quattro match giocati tra le 12:30 e le ore 15:00 in questa domenica 13 dicembre. Il Napoli ha battuto 2-1 in rimonta la Sampdoria, mentre goleada della Roma Bologna nel 5-1 finale del Dall’Ara. Successo per 3-0 anche dell’Atalanta sulla Fiorentina, all’ora di pranzo invece successo in rimonta dell’Inter per 3-1 sul campo del Cagliari, al termine di un match molto intenso.

Napoli-Sampdoria 2-1

Il primo tempo del San Paolo vede partire bene la Sampdoria subito pericolosa con Thorsby all’8′, ma Ghoulam salva sulla linea. I blucerchiati, oggi in maglia nera, spingono e al 20′ arriva lo 0-1: Verre manda Jankto in profondità, a tu per tu con Meret il ceco lo batte con un potente mancino sotto la traversa. Il Napoli fatica a creare gioco, con l’unica vera chance sventata da Audero al 45′ con la respinta a mani aperte sul destro di Insigne dal limite.

Esultanza di Insigne con Elmàs
Napoli 29/11/2020 – campionato di calcio serie A / Napoli-Roma / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: esultanza gol Lorenzo Insigne

Il secondo tempo si apre con due cambi nel Napoli, con Lozano per Politano e Petagna per Fabian Ruiz. Il messicano entra subito bene nel match e al 53′ fa 1-1: Candreva perde un pallone al limite dell’area sull’attacco di Insigne, appoggio a Mertens e cross morbido che Lozano manda di testa nell’angolino. E dopo un palo colpito ancora dall’ex PSV, il Napoli capovolge il risultato al 68′: Lozano si beve in velocita Augello sulla destra, cross teso in mezzo che Petagna incoccia di testa battendo Audero per il 2-1.

Bologna-Roma 1-5

La sfida del Dall’Ara non è mai in equilibrio, dato che la Roma all’intervallo è già avanti 5-1. Il Bologna praticamente non esiste e per i giallorossi è tutto troppo facile. Nel primo quarto d’ora la formazione di Fonseca va a segno tre volte con l’autorete di PoliDzeko Pellegrini. I giallorossi sprecano anche altre occasioni, prima dell’autogol di Cristante che al 24′ porta il risultato sull’1-3. Ma è solo un flash quello dei felsinei, che nel finale subiscono altre due reti ad opera di Veretout al 35′ e Mkhitaryan al 44′. Nel secondo tempo il match ha poco da dire, col Bologna che chiude anche in dieci uomini per l’espulsione di Dominguez all’89.

Cagliari-Inter 1-3 e Atalanta-Fiorentina 3-0

Come detto in apertura, nel match della Sardegna Arena, primo match di giornata giocato all’ora di pranzo, l’Inter ha vinto in rimonta per 3-1 sul Cagliari. Dunque i nerazzurri si risollevano dopo la delusione per l’eliminazione dalle coppe europee. La squadra di casa passa in vantaggio per prima con Sottil al 42′ del primo tempo, dopo però una serie di occasioni mancate da Sanchez e soci. Ma nella ripresa i nerazzurri ribaltano il risultato, dal 77′ in poi, con le reti dell’ex Barella, D’Ambrosio e infine Lukaku in contropiede al 94′, dopo aver superato in velocità anche il portiere Cragno, andato in attacco per provare a sfruttare un corner a favore.

foto di Eriksen con la maglia dell'Inter

Nella sfida del Gewiss Stadium di Bergamo, il primo tempo corre sul filo dell’equilibrio. Questo però viene spezzato con la rete dell’1-0 per l’Atalanta al minuto 44: Gosens vince un rimpallo e il pallone finisce a Zapata, che resiste all’attacco di Venuti e Pezzella, poi il cross in mezzo proprio per l’esterno, che in scivolata batte Dragowski. Nel secondo tempo la Fiorentina non riesce a reagire, vedendo gli orobici allungare e chiudere la contesa. Il gol del 2-0 arriva al 55′ con Malinovskyi, poi è Toloi a firmare il tris al 63′.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *