Juventus ‘assente’ ingiustificata per un’ora: Kulusevski la salva ma è solo 1-1 col Verona

Il posticipo serale della quinta giornata di Serie A, vede la Juventus non andare oltre l’1-1 casalingo contro il Verona e non riscatta l’identico risultato maturato nel weekend scorso sul campo del Crotone. Succede tutto nella ripresa: apre le marcature Favilli, pareggia i conti Kulusevski, con gli scaligeri che giocano meglio per un’ora, subendo il ritorno juventino nella maezz’ora finale.

CRONACA ROMA-JUVENTUS – Sul fronte formazioni ufficiali Andrea Pirlo schiera la Juventus col modulo 4-4-2 con Morata e Dybala in avanti, supportati da Bernardeschi e Ramsey. In difesa c’è invece Demiral con Bonucci al centro. Dall’altra parte Ivan Juric opta per il modulo 3-4-1-2 con Zaccagni trequartista alle spalle di Colley e Kalinic.

Primo tempo, 0-0 allo Stadium

La prima frazione di gioco vede una Juventus partire discretamente bene e con un buon possesso palla. Tuttavia col passare dei minuti il Verona alza il baricentro, pressa come da consuetudine in maniera asfissiante e prende in mano il centrocampo (segnando anche con Colley, ma annullato per offside). Tanto da scoprirsi anche troppo a volte, come al 20′: ottimo suggerimento in profondità di Rabiot per Bernardeschi che affonda sulla sinistra e calcia in porta, il suo rasoterra trova però pronto Silvestri.

Dybala in Juventus Verona
Juventus-Hellas Verona serie A

Insomma il Verona fa la partita e la Juventus denota più difficoltà del previsto sulla falsa riga di quanto fatto a Crotone. Le occasioni migliori restano comunque bianconere, per meglio dire rosanero visto la tenuta da gioco dei padroni di casa. E al 41′ Juventus ad un passo dal gol: Ramsey affonda sulla destra e mette un pallone arretrato, su questo si avventa Cuadrado che ‘spacca’ la traversa con una botta tremenda di destro. Al 45′ Morata segna anche con uno splendido pallonetto, su imbeccata di Cuadrado, ma lo spagnolo è ‘pizzicato’ dal VAR in fuorigioco. Dunque all’intervallo è 0-0.

Secondo tempo, finisce 1-1

Il secondo tempo si apre senza cambi, anche se al 51′ Juric manda in campo Ilic per Tameze, poco dopo anche Favilli per Kalinic e Magnani per Ceccherini. Il Verona continua a giocare meglio e al 60′ passa in vantaggio: Zaccagni prende palla e dal limite serve d’esterno Favilli, quest’ultimo di prima intenzione calcia col sinistro a metà altezza e supera Szczesny. Lo stesso centravanti, ex di turno, s’infortuna nella stessa azione costringendo Juric al cambio e all’inserimento di Barak.

Gol di Favilli in Juventus Verona
Juventus-Hellas Verona serie A

La Juventus è decisamente sottotono e Pirlo manda in campo Kulusevski per uno spento Bernardeschi. Il match cambia anche perché lo svedese dà subito una spinta in più, al cospetto di un Verona più sulla difensiva. I padroni di casa spingono e prima con Dybala colpiscono una traversa clamorosa, poi al 78′ arriva il meritato 1-1: è Kulusevski a caricarsi la squadra sulle spalle, parte da destra e rientrando sul mancino batte Silvestri sul palo lontano con un piazzato precisissimo. Il finale di partita è un assedio dei bianconeri alla porta di Silvestri, con l’estremo difensore degli scaligeri che diventa decisivo su Dybala e Cuadrado. Ma non basta per vincere, il Verona strappa un punto allo Stadium.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *