Serie A, anticipi 3ª giornata: la Roma espugna Udine, poker Sassuolo al Crotone

La terza giornata di Serie A 2020-2021, iniziata col blitz esterno della Sampdoria al Franchi contro la Fiorentina venerdì sera, è proseguita con altri due match giocati in questo sabato 3 ottobre. L’ultimo di questi ha visto la Roma vincere per 1-0 alla Dacia Arena contro l’Udinese (al terzo ko di fila), trovando la prima vittoria stagionale. Nella sfida delle ore 15:00 invece il Sassuolo ha centrato la seconda vittoria consecutiva, dopo il 4-1 allo Spezia, battendo con lo stesso risultato il Crotone al Mapei Stadium, salendo così a quota 7 punti in classifica e momentaneamente al comando.

Udinese-Roma 0-1

Il primo tempo della Dacia Arena è divertente con tante occasioni ma nessun gol. Un copione scritto è quello in cui la Roma comanda il gioco e fa possesso palla, mentre l’Udinese tiene bene il campo e punge in contropiede. Attorno al 20′ le prime chance: prima Mirante è bravo ad opporsi al sinistro da fuori di Lasagna, poi invece è Dzeko a sparare alle stelle davanti a Musso, dopo aver controllato al meglio un perfetto lancio di Pellegrini. Sul finire di tempo altra grande opportunità per i friulani, minuto 43: Lasagna s’invola in campo aperto, poi perde l’attimo e si fa rimpallare da Mirante sul rientro di Ibanez. Alimenta però l’azione Pereyra, che dal nulla s’inventa un pallonetto dolcissimo sventato dal recupero decisivo di Mancini.

Allenatore dell'Udinese da indicazioni durante la partita

Il secondo tempo si apre con la Roma vicina al gol, ma il sinistro di Pedro dal limite, deviato da Pellegrini, spiazza Musso ma finendo a lato. Al 55′ però il risultato è diverso e la Roma passa in vantaggio: erroraccio di Becao, che con un maldestro tocco in orizzontale innesca la corsa di Pedro, lo spagnolo, dopo un paio di tocchi, lascia partire un destro imparabile per Musso, con palla che sbatte sulla faccia interna del palo e poi in rete. L’Udinese reagisce e crea almeno tre grandi palle gol per trovare il pari. Prima al 67′ Mirante salva in due tempi su Lasagna, poco dopo Okaka sparacchia malamente fuori da ottima posizione e infine ancora Mirante è decisivo sul destro violento di Molina al 72′.

Sassuolo-Crotone 4-1

Nella prima sfida di giornata il Sassuolo ha battuto per 4-1 il Crotone, con un risultato però ‘bugiardo’ e che si è dilatato solo negli ultimi minuti. Primo tempo dove i calabresi giocano decisamente meglio, ma senza però essere incisivi in zona gol. A sbloccare il match sono però gli emiliani con Berardi al 19′, con un tiro dal limite sporcato da Defrel a beffare Cordaz. 

Nella ripresa subito l’1-1 per gli ospiti siglato da Simy su rigore al 49′, concesso per un fallo ingenuo di Bourabia. Poi, però, scende in campo anche il VAR, con l’arbitro Pezzuto che assegna il penalty per un tocco di mano in area di Pereira su cross di Kyriakopoulos: dal dischetto Caputo non sbaglia. Nel finale di match arrivano altre due reti, prima è ancora il numero 9 con un perfetto tocco sotto a siglare il tris (84′) poi Locatelli con un destro piazzato al 93′ per il poker finale.

il Sassuolo esulta dopo un gol di Caputo

Nel post match il tecnico Roberto De Zerbi non ha nascosto le ambizioni dei neroverdi: “Oggi ci è capitata una di quelle giornate nelle quali non si è brillanti. Tutti gli aspetti tecnici venivano fatti male, non eravamo mai puliti. Loro si chiudevano, noi saremmo dovuti andare in ampiezza; non eravamo brillanti ma abbiamo vinto 4-1. Non è stata una partita di spessore come abbiamo abituato, ma stiamo maturando nel cervello. Negli ultimi anni abbiamo visto squadre vincere scudetti non giocando bene e si parlava di squadra cinica, oggi è capitato a noi e ho fatto i complimenti ai miei giocatori. E dico che possiamo fare un campionato ancor più importante di quello dell’anno scorso”, le sue parole ai microfoni di Sky Sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *