Napoli, il party Ghoulam: gli azzurri pasticcieri per una notte

Una serata di festa per celebrare la moglie, ma anche e soprattutto per stringersi nell’abbraccio sempre presente dei compagni. Faouzi Ghoulam, a Ischia, si prende la scena per una sera per il compleanno della sua compagna, insieme ai compagni di squadra immancabili, quel gruppo forte che ha saputo crescere e radicarsi in questi anni di Napoli.

Napoli Ghoulam Party GDM

Insieme al terzino azzurro c’è sempre Kalidou Koulibaly, a contatto sempre dal campo alle vacanze – hanno addirittura affittato insieme una casa al mare per le rispettive famiglie in attesa che la stagione si concluda in campo – dal primo giorno di Napoli.

Pro Vercelli, vicino il cambio di proprietà: i dettagli

Era il 17 luglio 2010 quando Massimo Secondo diventava il nuovo presidente della Pro Vercelli. Dieci lunghi anni, grandi soddisfazioni: due campionati di Serie C vinti e quattro salvezze in Serie B. Valorizzazione dei giovani e calcio sostenibile le linee programmatiche.

Secondo Pro Vercelli GDM.jpg

Oggi, a dieci anni esatti, il passo d’addio. Secondo, infatti, è vicino a cedere la società ad un gruppo di imprenditori rappresentato da Alex Casella, avvocato ed ex direttore sportivo del Gozzano. La trattativa è ormai agli sgoccioli, closing imminente. Novità già nel corso della prossima settimana. Secondo saluta Vercelli, dieci anni dopo.

Mihajlovic: “Con Ibra arrivammo quasi alle mani, ora una grande amicizia”

Prima rivali, poi amici. Zlatan Ibrahimovic e Sinisa Mihajlovic insieme hanno vinto anche due Scudetti e due Supercoppe. Erano i tempi dell’Inter: lo svedese in campo e il serbo in panchina, come vice di Roberto Mancini. Il primo incontro era stato però da avversari: “Arrivammo quasi alle mani quando lui era alla Juventus”, l’allenatore ha raccontato nella conferenza stampa che ha preceduto l’incontro tra il suo Bologna e il Milan.

Mihajlovic IMAGE

Negli anni è nato invece un rapporto forte, anche fuori dal campo. Lo scorso gennaio il destino stava anche per riunirli al Bologna, quando Ibra scelse invece di tornare con i rossoneri: “Abbiamo fatto amicizia quando arrivò all’Inter: è svedese sì, ma i suoi genitori sono slavi come me e tra noi c’è grande rispetto reciproco. L’ho cercato in chiave mercato? Cose passate, ora non so cosa succederà l’anno prossimo: una cosa è certa, l’amicizia rimarrà sempre”.

Atalanta, la probabile formazione contro il Verona

Archiviata la pratica Brescial’Atalanta dovrebbe presentarsi a Verona con la formazione tipo. Gasperini sfida l’allievo Juric (sabato, ore 17:15) con Gomez dal primo minuto.

Gomez per gallery

Ma è stato chiaro, l’allenatore: vuole concentrazione massima (qui le sue parole). Le chiavi della difesa saranno di nuovo di Gollini, protetto da Toloi e Palomino, entrambi in panchina contro il Brescia.  A centrocampo l’unico dubbio riguarda Malinovskyi: dovesse partire titolare, prenderebbe il posto di Pasalic a fianco di Gomez. Altrimenti, croato e ucraino potrebbero giocare insieme, a scapito di De Roon.

Pisa-Trapani, la famiglia Petroni allo stadio sotto scorta

In settimana è arrivata la notizia della messa in mora. Ma questo non ha fermato la famiglia Petroni, che ha deciso comunque di tornare a Pisa per assistere alla partita del suo Trapani contro i nerazzurri.

Petroni Trapani GDM.jpeg

Nerazzurri che in passato hanno vissuto proprio sotto la gestione Petroni momenti davvero difficili prima della cessione a Corrado, che ha ereditato diversi debiti. E la presenza allo stadio, oggi, è stata quasi vista come una sfida alla città toscana: anche per questo motivo, la dirigenza del Trapani è arrivata a Pisa sotto scorta.

Calciomercato femminile, Da Durante a Rizza: i 7 colpi più importanti di oggi

Sono i giorni più importanti per il calciomercato femminile. I ritiri stanno cominciando e le società, molto attive, stanno chiudendo acquisti su acquisti. Parecchi sono gli affari ufficiali, tanti altri sono in dirittura. Tra rinnovi, uscite ed entrate, vediamo ora i sette colpi principali di oggi.

Protagoniste di giornata sono state, ad esempio, l’Empoli Ladies e l’Inter Women. Le toscane hanno chiuso un doppio colpo, mentre per le nerazzurre un rinnovo e una cessione in prestito. Attivi anche club come il Milan, l’Hellas Verona, la neopromossa in A San Marino Academy e la Sassari Torres.

Playoff Serie C: la finale sarà Reggiana-Bari

L’atto finale dei play-off di Serie C è in programma mercoledì 22 luglio al Mapei Stadium di Reggio Emilia

Reggiana e Bari. Sono loro le squadre che mercoledì 22 luglio, al Mapei Stadium di Reggio Emilia, si contenderanno l’ultimo posto nella prossima Serie B.Mapei Stadium.jpg

Le formazioni di Massimiliano Alvini e Vincenzo Vivarini hanno avuto la meglio rispettivamente su Novara e Carrarese nelle semifinali play-off di Serie C. La Reggiana ha battuto per 2-1 i piemontesi, autentica sorpresa degli spareggi promozione. Avanti nel punteggio con Kargbo, i granata sono stati raggiunti prima dell’intervallo dal Novara con il Buzzegoli. Poi, nel secondo tempo, decisivo il gol di Spano. Ventuno anni dopo l’ultima volta, la Reggiana si ritrova ad un passo dalla Serie B.

Milan, Rebic: “Ho sfruttato la mia occasione. Ibra? C’è bisogno di lui”

A gennaio era tornato a Francoforte per vendere la sua casa, qualcuno però aveva già pensato che avesse nostalgia della Germania. Lì dove fino a pochi mesi prima aveva fatto tanto bene. Al Milan era cambiato tutto: giocava poco e male, poi con Pioli la svolta. Ante Rebic ha cambiato volto e ora è uno dei leader della squadra. 

Rebic GALLERY FANTACALCIO.jpg

Ha segnato 10 gol in 15 partite dallo scorso gennaio, non si ferma più: “Ci sono due Rebic. Nel privato sono molto tranquillo, un po’ chiuso perché non mi piace che si parli tanto di me. In campo c’è un altro Ante, che rompe le scatole a tutti”, ha detto l’attaccante croato in un’intervista rilasciata a Sport Week. 

Personalità da vendere, anche nelle dichiarazioni: “Nella partita vinta contro la Juve, a un certo punto ho detto qualcosa a Higuain. Non mi piacciono quelli come lui che, grandi e grossi, a ogni contatto restano a terra per tre minuti. Idem Bernardeschi. Lo stesso era successo con la Spal. Anche Ibra prende un sacco di botte ma si rialza subito e senza un lamento. altri piangono troppo”. 

Serie A, le designazioni arbitrali della 34ª giornata

Dopo un giorno di riposo la Serie A è pronta a tornare in campo per il trentaquattresimo turno. Tre i big match di giornata, aperta dall’Atalanta di Gasperini che proverà a battere il Verona a domicilio per continuare la rincorsa al secondo posto.

Gerarchie per la seconda posizione in campionato che potrebbero essere ristabilite dopo i prossimi novanta minuti, viste le sfide in programma: Roma – Inter e Juventus – Lazio. La sfida tra giallorossi e nerazzurri sarà diretta da Di Bello, mentre è ancora da designare l’arbitro del posticipo all’Allianz Stadium.Arbitro Doveri IMAGE.jpg

H. VERONA – ATALANTA Sabato 18/07 h. 17:15
ABISSO
CARBONE – TARDINO
IV: SOZZA
VAR: ROCCHI
AVAR: MELI

CAGLIARI – SASSUOLO Sabato 18/07 h. 19:30
AYROLDI
VALERIANI – ROSSI L.
IV: MASSIMI
VAR: LA PENNA
AVAR: VIVENZI