Paratici e la lettera alla sua Piacenza: “Noi non molliamo”

Fabio Paratici e una commovente lettera per la sua Piacenza, che in questo momento sta attraversando un momento difficile. “Noi piacentini non molliamo, ci stringiamo assieme e lottiamo”. Paratici, borgonovese d’origine, capo dell’area sport della Juventus, nella giornata di oggi ha fatto una donazione all’Ospedale della città. 

Paratici Agnelli IMAGE.jpg

LA LETTERA DI PARATICI 

“Cari piacentini, forza. Stiamo uniti e rispettiamo il più possibile le regole e le indicazioni che ci vengono date: restiamo a casa. Piacenza soffre, tante persone stanno piangendo i loro cari, si straziano per non averli potuti salutare, e vivono nell’agitazione e nella paura. La nostra città è tra le più colpite da questo virus maledetto, ma noi piacentini non molliamo, ci stringiamo assieme e lottiamo. Non abito più a Piacenza da molti anni – sono quasi venticinque, tantissimi – ma la considero la mia casa: lo so da sempre, questi giorni di isolamento lontanto da lì me lo sta confermando. Sono innamorato della nostra terra, della nostra gente, delle nostre valli, delle nostre storie, dei nostri cibi e vini, e quando mi capita di incontrare qualche piacentino in giro per il mondo o di ascoltare qualcosa che riguarda Piacenza ho ogni volta una sensazione precisa, profonda, speciale: è solidarietà, è empatia, è consuetudine, è casa. Ecco perché oggi mi sento di dirvi: resistiamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *