LIVE | Coronavirus, tutte le notizie sul calcio estero

Adesso penso solo a tornare a Varese, dove abito: spero di riuscirci. Sarà un problema tornare a casa, cercheremo di farlo via terra, affittando un’automobile – aggiunge l’ex allenatore di Varese e Palermo -. Spero di riabbracciare mia moglie, i miei due figli e i miei due nipoti. Tutti volevamo tornare indietro. Ho già fatto la quarantena, il tampone, che per fortuna è risultato negativo; il mio vice ha rescisso nelle scorse settimane ed è tornato a Bergamo, dove si era appena sposato. Non si sentiva tranquillo come non lo sono io.

La salute viene prima di tutto. Mi dispiace, perché ci eravamo qualificati per la semifinale della Coppa d’Ungheria: vincere il torneo sarebbe stato importante, anche in relazione della possibile qualificazione alla prossima Europa League”.

16:35 – Germania, bellissimo gesto dei giocatori del Borussia Monchengladbach: insieme allo staff tecnico e societario devolveranno parte dello stipendio agli impiegati del club che in questo momento sono impossibilitati a lavorare.

16:30 – Francia, tutti i club di Ligue 1 applicheranno la legge per cui possono pagare il 70% lordo di stipendio ai giocatori. Si attende il comunicato ufficiale della Lega francese.

15:00 – Bielorussia, il campionato inizia a porte aperte. Tutta l’Europa si sta fermando: eppure Energetik-Bate Borisov, anticipo della 1^ giornata, oggi si gioca regolarmente e con tutto il pubblico al seguito. “La decisione è stata presa dopo la riunione di martedì scorso in videoconferenza con la UEFA”, le dichiarazioni di Alexander Aleinik, capoufficio stampa della federcalcio locale. “Molti campionati sono stati sospesi, noi invece cominciamo adesso perché la nostra stagione calcistica va dalla primavera all’autunno“. Poi il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko ha raccomandato alla popolazione: “Fate la sauna, bevete tanta vodka e lavorate molto per uccidere il virus nei vostri organismi”.

14:40 – Argentina, i quotidiani nazionali unificano la loro comunicazione nella lotta al Coronavirus

14:35 – Ligue 1, alcuni presidenti stanno pensando di mettere in cassa integrazione i calciatori o licenziarli direttamente. La misura, che ha il nome di Chomage Partiel, è partita già con Lione Amiens, settimana prossima, a questi due club, si aggiungerà il Montpellier. In Bundesliga, nella giornata di ieri, ha minacciato di farlo anche il ds del Werder Brema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *