Cagliari, grave infortunio per Pavoletti: rischia un lungo stop

Arrivano brutte notizie per Leonardo Pavoletti e per il Cagliari. L’attaccante rossoblù, uscito per infortunio nel corso della gara valida per la prima giornata di Serie A contro il Brescia, ha infatti riportato una lesione del legamento crociato anteriore e del menisco esterno del ginocchio sinistro.

Pavoletti Cagliari GETTY.jpg

A renderlo noto è stata la stessa società sarda attraverso questo report medico apparso sul proprio sito ufficiale: “Il calciatore Leonardo Pavoletti ha svolto questo pomeriggio ulteriori controlli a seguito dell’infortunio rimediato in occasione della gara Cagliari-Brescia: gli esami strumentali, eseguiti presso la casa di cura polispecialistica ‘Sant’Elena’ di Quartu, hanno evidenziato una lesione del legamento crociato anteriore e del menisco esterno del ginocchio sinistro. L’attaccante si sottoporrà a nuovi accertamenti e valutazioni specialistiche“.

Tradizione e voglia riscatto: Lazio, le insidie del girone di Europa League

Prima reazione dopo il sorteggio: “Le cose facili non ci piacciono, siamo abituati a soffrire”. Parola di Tare, eccitato dal calibro delle avversarie ma rispettoso della loro storia. Poi mette subito le cose in chiaro “siamo i favoriti del girone”. La Lazio incappa di nuovo in un raggruppamento tosto dopo le insidie dello scorso anno. Celtic Glasgow, Rennes e Cluj sono le avversarie dei biancocelesti del gruppo E: tradizione e un avvio convincente spingono la squadra di Inzaghi a predicare calma, soprattutto dall’alto della prima fascia conquistata dopo il passaggio in Champions di Ajax, Bruges e Olympiakos che avrebbe potuto regalare un sorteggio più morbido. 

Karamoko Dembelé Celtic GDM

CELTIC 

Pensi ai Celtic Glasgow e rivivi la storia, imponente. Uno dei più importanti club scozzesi fondato da un irlandese, fratello Walfrid, un marista della contea di Sligo che costituì inizialmente il club a scopo benefico, per aiutare tutti coloro che all’epoca in Scozia faticavano a sopravvivere. Era il 1887, il principio di una delle storie più affascinanti del mondo del calcio.  

Poi guardi la classifica attuale e il Celtic è ancora lì: primo posto a 9 punti, con una differenza reti da +12. Dal 2011 non sbaglia un colpo: otto campionati di fila (50 complessivi) per accorciare sui rivali storici dei Rangers, che di campionati scozzesi ne hanno vinti 54. La sfida tra i due club è tra le più antiche, ma guai a chiamarla ancora ‘Old firm’, almeno di fronte ai tifosi del Celtic. Da quando i rivali sono falliti nel 2011 per loro ora è solo il derby di Glasgow. 

La scorsa stagione l’Europa League del Celtic si è fermata ai sedicesimi dopo la doppia sconfitta con il Valencia, quest’anno è iniziata a seguito dell’eliminazione ai preliminari di Champions da parte del Cluj, che ritroverà nel girone E insieme alla Lazio. Squadra compatta e solida, senza individualità di spicco ma pericolosa grazie alla solidità di un gruppo che lavora insieme da anni. In mediana l’onnipresente Scott Brown rappresenta lo spirito della squadra grazie alle oltre 500 presenze con la maglia dei Celtic. Il giovanissimo Dembelé (classe 2003) è la mina vagante della rosa allenata da Neil Lennon. 

Palermo, maglie (provvisorie) e sponsor svelati nello…spogliatoio – FOTO

Il luogo di presentazione delle nuove maglie del Palermo non è certo usuale. La società rosanero, infatti, ha deciso di svelare le divise da gioco per la nuova stagione all’interno degli spogliatoi dello stadio «Renzo Barbera». “Qui neanche io c’ero mai stato prima – racconta il presidente Dario Mirri – Mi è piaciuto entrarci ed ho voluto condividere tutto questo anche con i tifosi”.

palermo maglie 2 gdm.jpg

Le maglie, firmate da Kappa, sono divise da gioco provvisorie. Domani, infatti, si chiuderà il sondaggio lanciato dal Palermo per far scegliere ai tifosi la prima maglia da gioco del nuovo Palermo. In attesa di poter indossare la maglia rosanero (attesa entro la fine di novembre), la squadra di Rosario Pergolizzi giocherà con due divise “tecniche”: una nera (con una fascia rosa sul petto) ed una bianca (con una fascia rosanero).

palermo maglie 3 gdm.jpg

Il Palermo ha anche svelato i nuovi sponsor di maglia: cinque in tutto, ma il più “inusuale” è sicuramente l’Aci. L’automobile club d’Italia, infatti, legherà il proprio nome al Palermo con la sigla Aci sul pantaloncino. “Legheremo il mondo del calcio a quello delle auto storiche, a partire dalla Targa Florio classica che partirà il prossimo dieci ottobre – racconta Angelo Pizzuto, presidente dell’Aci Palermo – Stiamo già pensando a delle iniziative per portare la squadra in questa piazza gremita per creare questo gemellaggio”.

Bologna-Spal: le formazioni ufficiali

Tutto pronto per il primo anticipo della 2^ giornata di Serie A. Al Dall’Ara si sfidano Bologna e Spal. Nel Bologna torna in panchina a guidare la squadra Sinisa Mihajlovic dopo la fine del primo ciclo di cure di chemioterapia e la presenza nella prima trasferta di campionato a Verona. I tifosi sono pronti ad abbracciare il loro condottiero: 25 mila spettatori previsti, di cui 20 mila bolognesi. Ecco le formazioni ufficiali:

BOLOGNA (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Denswil, Dijks; Poli, Medel, Soriano; Sansone, Destro, Orsolini. All. Mihajlovic

SPAL (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Felipe; D’Alessandro, Valoti, Missiroli, Kurtic, Igor; Di Francesco, Petagna. All.: Semplici.

Cagliari, Pavoletti dopo l’infortunio: “Bella batosta, ma ci vediamo presto”

Pavoletti con un post sul suo profilo Instagram ha commentato l’esito degli esami riguardanti il suo infortunio

Dopo la sconfitta con il Brescia nella prima giornata di campionato, ora il Cagliari dovrà anche fare a meno di Leonardo Pavoletti per un lungo periodo di tempo. Il comunicato ufficiale del Cagliari sul preoccupante infortunio del proprio attaccante lascia infatti poche speranze per un suo veloce recupero. A tal proposito sono arrivate anche le parole dello stesso giocatore, pubblicate attraverso un post su Instagram. 

Lazio, la FIFA concede l’autorizzazione per il tesseramento di Jony

Si aspettava l’intervento della FIFA per mettere nero su bianco il trasferimento di Jony dal Malaga alla Lazio, oggi è arrivato. Dopo le polemiche dei giorni scorsi del presidente del club spagnolo Abdullaj N Al Than, è finalmente arrivata la decisione del massimo organo del calcio. Ecco il comunicato della Lazio: “La S.S. Lazio comunica che la FIFA ha concesso l’autorizzazione per il tesseramento provvisorio del calciatore Jonathan Rodriguez Menendez, il quale sarà dunquea disposizione del mister Inzaghi in occasione della gara di domenica contro la Roma”.

Juventus, Szczesny: “Il Napoli? Non è un problema affrontarlo subito”

Il portiere della Juve ha parlato in vista del match con il Napoli

Wojciech Szczesny, protagonista nella prima gara di campionato a Parma, si prepara alla prossima sfida contro il Napoli, big match della seconda giornata di Serie A. Un confronto emozionante e ricco di fascino, che il portiere polacco non vede l’ora di giocare: “Non è un problema incontrare subito gli azzurri, tanto ci scontreremo due volte” le sue parole ai microfoni di Sky Sport. “Dobbiamo vincere, il Napoli in questi anni ci ha dato fastidio ma non vediamo l’ora di giocare”.

Sarri IMAGE.jpg

Sarri? Vedevo il suo Napoli giocare alla grande, ora che è qui posso dire che con lui si lavora tantissimo” ha proseguito l’ex Roma ed Arsenal. “Rispetto a quando c’era Allegri si fatica molto di più col pallone ed in campo. Inoltre ci difendiamo diversamente, abbiamo una linea più alta per pressare maggiormente gli avversari. Lavoriamo tantissimo sulla tattica. Che partita ci aspettiamo sabato? Sicuramente sarà combattuta. È sempre difficile giocare uno scontro diretto, anche se noi spesso lo vinciamo. Speriamo succeda anche sabato”.

Roma, Under: “Vogliamo vincere il derby. Dzeko? Felice sia rimasto”

Dopo essersi reso protagonista nel precampionato giallorosso, Cengiz Under ha esordito altrettanto bene anche nella nuova Serie A. L’esterno turco della Roma, autore del gol del momentaneo 1-0 nella prima giornata contro il Genoa – terminata poi 3-3 –, è pronto per continuare a stupire. Il classe ’97 vuole farlo già dalla gara di domenica prossima, quando i giallorossi affronteranno la Lazio nel derby della capitale: “L’importanza di questa partita la conoscono tutti in città, ed anche noi” ha affermato il turco ai microfoni di Sky Sport“Daremo il massimo, metteremo in campo tutte le nostre forze per cercare di vincere. È normale che il derby sia così importante, succede la stessa cosa anche ad Istanbul tra Fenerbahce e Galatasaray. Tutti vogliono vincerlo”.

Cengiz Under.jpg

Lazio-Roma, Totti: “Non so ancora se vedrò il Derby all’Olimpico”

“Sarebbe la prima volta non dal vivo, e questo mi fa riflettere”. Ai microfoni di Sky SportFrancesco Totti torna a palare, da tifoso della Roma, durante un torneo nella sua scuola calcio a Ostia. E ammette di non sapere se sarà presente al derby Lazio-Roma: “Sto ancora valutando, ma più sì che no domenica sarò all’Olimpico”.

Florenzi e De Rossi investono negli eSports: acquistate quote dei Mkers

Lontani in campo, ma sempre amici nella vita. E uniti in un nuovo progetto. Uno sempre a Roma, l’altro in Argentina: Florenzi e De Rossi anche a distanza continuano a rimanere vicini e hanno deciso insieme di investire negli eSports. Il mondo degli sport elettronici competiti è in completa espansione e anche l’Italia si sta aprendo ormai da tempo al nuovo fenomeno che nel mondo ha raggiunto numeri impressionanti per quanto riguarda fan e investimenti. 

de rossi okaka IMAGE.jpg

Per questo i due calciatori hanno deciso di investire nei Mkers, una delle realtà più importanti in Italia per quanto riguarda gli eSports. La startup, nata nel 2017, ha già siglato diverse collaborazioni importanti e con l’ingresso come soci di Florenzi e De Rossi si appresta ad accrescere il proprio livello di popolarità a livello mondiale.  

Dal campo ai videogiochi competitivi: De Rossi e Florenzi entrano nel mondo degli eSports dalla porta principale: “Ho scoperto da poco questo mondo e devo dire che è molto più vicino di quello che si pensa allo sport per come lo conosciamo adesso – ha raccontato De Rossi –  Milioni di ragazzi vedono i pro-player di eSport come idoli e questa è un’evoluzione del concetto di intrattenimento che cammina di pari passo alla crescita del mercato videoludico e più in generale digitale. Basta guardare ciò che accade negli Stati Uniti, dove si riempiono palazzetti per le grandi competizioni e magari un giorno accadrà anche qui da noi”.