Napoli, Lozano: “Qui per fare la storia. Gli azzurri la prima scelta”

La prima volta di Hirving Lozano è stata lo scorso venerdì qui a Castel Volturno, ma oggi il calciatore messicano si è presentato ai tifosi napoletani, alla sua nuova gente: Sono felicissimo di essere qui e di essere stato una scelta di Ancelotti. È la mia grande occasione e arrivo con tanta voglia di fare”. Ha preso la numero 11, quella che apparteneva ad Adam Ounas – vicino alla cessione – e con la maglia azzurra vuole fare qualcosa di importante. “È stata una trattativa lunga, ma dal momento del primo interesse, Napoli è stata la mia prima scelta, fortunatamente l’affare si è concluso al meglio. Ho visto tante partite di Serie A, è sempre stato un campionato ricco di campioni e anche qui a Napoli ne sono passati. Abbiamo un’ottima squadra, seguivo il Napoli già prima e spero di migliorarla e fare grandi cose insieme”.

lozano screen.jpg

Ho trovato una squadra forte che lavora per migliorare ogni giorno”, ha detto il Chucky. “Questa società ha un passato glorioso, io sono qui per fare il meglio possibile e fare la storia. Ho tanto da imparare e questa esperienza mi farà crescere. Ho parlato con Ancelotti di cose private, affari di famiglia, è stato un incontro molto tranquillo tra noi sin dalla prima volta. l gioco italiano è differente da quello olandese, credo sia migliore, più rapido, più complicato. Dovrò capire le indicazioni di Ancelotti ad ogni allenamento, sono qui per questo. Io come Hugo Sanchez? Era un giocatore fortissimo, un idolo per i messicani, spero di potermi avvicinare a lui, ma per farlo devo solo lavorare in campo”.

La prima sfida, però, è subito di alto livello: sabato contro la Juventus a Torino“Sappiamo quanto sono forti, ma noi dobbiamo andare lì per vincere. Scudetto? Vediamo partita per partita come si metteranno le cose. Abbiamo una grande squadra ma dovremo sudare ogni volta che andremo in campo. Metterò a disposizione della squadra la mia velocità e la mia tecnica. Rispetterò quello che deciderà l’allenatore per quel che riguarda la posizione in campo, mi piace giocare dovunque in attacco e l’ho dimostrato in Olanda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *