Montella: “Certe cose non le capisco. Non si possono perdere partite così”

Le parole dell’allenatore della Fiorentina al termine della sconfitta contro il Napoli

Inizia con una sconfitta casalinga il campionato della Fiorentina: 4-3 il risultato finale contro il Napoli all’Artemio Franchi, non senza polemiche. Così ha parlato l’allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella ai microfoni di Sky Sport: “Certe cose non si riescono a capire, non si capisce perché ci si voglia complicare la vita. A fine primo tempo abbiamo visto la simulazione ma perché 5 persone non vanno a rivedere? E non voglio più sentire parlare di Chiesa simulatore! Non si possono perdere partite del genere. Mi tengo la prestazione e l’entusiasmo del pubblico, il coraggio dei giovani in campo e dispiace per la sconfitta immeritatissima. Un punto non avrebbe cambiato nulla ma c’è tanta rabbia. Non è l’errore ma è il ragionamento che fanno gli altri che fa arrabbiare. Spiegazioni a Massa? Lui l’ha visto nettamente il fallo su Mertens. Ma la Var? Faccio fatica a capire. Non ho mancato di rispetto all’arbitro, ho preso l’ammonizione per una reazione di impeto ma non c’è stata mancanza di rispetto verso la terna arbitrale”.

Sulla partita: “Per affrontare il Napoli bisogna giocare con coraggio. L’abbiamo preparata molto bene e sono soddisfatto di come i ragazzi l’hanno interpretata. Mi tengo la prestazione, l’intensità e la voglia, poi è normale che ci sono tanti aspetti da migliorare. Dovremmo essere bravi a giocare con questo coraggio e questa intraprendenza tutto il campionato. Sono molto contento per i giovani, hanno fatto una grande partita. Mi riconosco molto in questa squadra. Questa è la mia Fiorentina“. Infine su Ribery: “E’ un campione e sarà un esempio per tutti. Spero di poterlo avere al meglio il prima possibile”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *