Pradè: “Bisogna fidarsi degli arbitri. La Fiorentina avrà un grande futuro”

Dopo la sconfitta contro il Napoli, ha parlato anche il Direttore Sportivo della Fiorentina ai microfoni di Sky Sport

Una sconfitta difficile da accettare per la Fiorentina, arrivata dopo un’ottima prestazione. A fine gara non è mancata l’amarezza attraverso le parole di Vincenzo Montella . Subito dopo l’allenatore viola, si è presentato ai microfoni di Sky Sport il direttore sportivo Daniele Pradè: “Prima di tutto vorrei parlare del match. Siamo partiti con una squadra molto giovane che ha un’identità precisa. Sembravamo una squadra di Premier League il primo tempo per intensità e aggressività. Sono contento dei nostri giovani e di come i veterani stanno aiutando i ragazzi”. Poi continua: “Mi prendo la prestazione, sono fiducioso per il nostro futuro. Castrovilli è un calciatore forte e moderno. Siamo contenti di tutti. E’ giusto citare anche Venuti, Sottil e Chiesa. Sono tutti prodotti della nostra Primavera ed è un motivo di orgoglio”.

Poi sulle decisioni arbitrali: “Massa è un grandissimo arbitro, Valeri che era al Var anche. Mi hanno dato delle spiegazioni tecniche che io accetto. Non credo sia utile fare polemica alla prima giornata. Bisogna fidarsi degli arbitri e delle loro spiegazioni”. 

Sul futuro: “Quest’anno dobbiamo creare i presupposti per qualcosa di importante. Con questa città, con questi tifosi e con questa proprietà diventeremo una squadra altamente competitiva. Quella di Commisso è una proprietà straniera ma lui è profondamente italiano. E’ venuto qui per costruire delle strutture, uno stadio e per fare il bene della Fiorentina. E’ un presidente vulcanico ma è molto attaccato alla piazza e ai suoi dipendenti”.

Infine sul mercato: “Raphinha è un calciatore che ci piace molto. Sarà una settimana complicata ma ci faremo sicuramente trovare pronti. Certamente faremo qualcosa sugli esterni“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *