Monchengladbach-Eintracht, le probabili formazioni: sfida per la Champions

Al Borussia Park di Monchengladbach si gioca il match valido per la ventinovesima giornata di Bundesliga tra Monchengladbach e Eintracht. Si tratta di un crocevia importante per la corsa Champions visto che senza il successo i padroni di casa sarebbero fuori dalla lotta per il quarto posto. Nella sfida di andata le due squadre si sono divise la posta in palio con il pareggio pirotecnico per 3-3. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Monchengladbach-Eintracht.

Il momento di Monchengladbach-Eintracht

foto di Hasebe col pallone

Il Borussia Monchengladbach ha deluso le aspettative in questa stagione, almeno fino ad ora. I padroni di casa sono in netto ritardo in campionato, essendo ottavi in classifica con 40 punti, a meno tredici dall’Eintracht Francoforte quarto. Serve maggiore continuità per lottare ai vertici della classifica. Nell’ultimo turno la squadra di Rose non è andata oltre il pari per 2-2 in casa dell’Hertha Berlino.

L’Eintracht Francoforte sogna di tornare nell’Europa che conta grazie all’ottima stagione disputata fino ad ora. Gli ospiti sono quarti con 53 punti, a meno dodici dal Bayern capolista e, soprattutto, a più sette sul Borussia Dortmund quinto e a meno uno dal Wolfsburg terzo. La squadra di Hutter nell’ultimo turno ha vinto lo scontro diretto proprio contro il club della Volkswagen per 4-3 in casa.

News sulle due formazioni

foto di Trapp durante un rinvio
Db Milano 14/03/2019 – Europa League / Inter-Eintracht Francoforte / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Kevin Trapp

Il tecnico del Monchengladbach, Rose, dovrebbe affidarsi al 4-2-3-1. Al centro dell’attacco ci sarà Plea. Alle sue spalle saranno liberi di agire sulla linea dei trequartisti Thuram, Stindl e Embolo. A fare da schermo davanti alla difesa, invece, dovrebbero esserci Kramer e Neuhaus.

Il tecnico dell’Eintracht Francoforte, Hutter, si affiderà al suo solito 3-4-1-2. Kamada sarà il trequartista alle spalle del tandem formato da Luka Jovic, arrivato a gennaio dal Real Madrid, e l’ex Milan, André Silva. Cerniera di centrocampo composta da Rode e Ilsanker, con Toure e Kostic ai loro lati.

Probabili formazioni Monchengladbach-Eintracht

Monchengladbach (4-2-3-1): Sippel; Beyer, Ginter, Zakaria, Bensebaini; Kramer, Neuhaus; Embolo, Stindl, Thuram; Plea.

Eintracht Francoforte (3-4-1-2): Trapp; N’Dicka, Hasebe, Tuta; Toure, Rode, Ilsanker, Kostic; Kamada; Jovic, Silva.

Diretta tv e streaming Monchengladbach-Eintracht

Il match tra Monchengladbach e Eintracht, con fischio d’inizio previsto alle ore 15:30, sarà visibile in diretta tv su Sky Sport Uno. Scopri se Monchengladbach-Eintracht è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Monchengladbach-Eintracht

Per quanto riguarda il pronostico, ci aspettiamo una gara abbastanza equilibrata. Per questo motivo, il nostro consiglio è quello di puntare sul pareggio.

MONCHENGLADBACH-EINTRACHT: segno X / risultato esatto 2-2

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Sorteggio Quarti e Semifinali Champions League 2021: gli accoppiamenti

Sorteggio quarti e semifinali Champions League – Al termine degli ottavi di finale, sono solo otto le squadre qualificate per i quarti della Champions League 2020-2021. I quattro accoppiamenti sono stati sorteggiati venerdì 19 marzo alle ore 12:00 in quel di Nyon in Svizzera. Il secondo turno della fase ad eliminazione diretta si giocherà nel mese di aprile: le gare saranno spalmate su due settimane, infatti le sfide di andata si giocheranno tra il 6 e 7 aprile, mentre il ritorno è in programma sette giorni dopo, tra il 13 e 14 aprile 2021.

Le squadre qualificate e la procedura di sorteggio

Andiamo adesso a dare uno sguardo alle squadre qualificate ai quarti di finale. Le prime squadre a strappare il pass per i quarti, in ordine temporale, sono state il Borussia Dortmund di Terzic e il Porto di Sergio Conceicao. I tedeschi hanno estromesso il Siviglia, vincendo per 3-2 in Spagna e poi pareggiando per 2-2 in casa. I lusitani hanno invece sorpreso la Juventus di Pirlo, vincendo al Do Dragao per 2-1 e poi limitando i danni nel ritorno di Torino perdendo per 3-2 dopo i tempi supplementari. A seguire passaggio del turno conseguito anche dal PSG di Pochettino, vincendo 4-1 in casa del Barcellona e poi pareggiando 1-1 a Parigi, e per il Liverpool di Klopp, vittorioso contro il Lipsia per 2-0 sia all’andata che al ritorno.

Nelle ultime quattro sfide degli ottavi, le prime a passare sono state il Manchester City che ha superato senza problemi il Borussia Monchengladbach, vincendo per 2-0 entrambi le sfide coi tedeschi giocate in Ungheria, e il Real Madrid di Zidane, che ha battuto due volte l’Atalanta, 1-0 a Bergamo e poi 3-1 in casa. Infine è stata la volta dei campioni in carica del Bayern Monaco, battendo la Lazio 4-1 all’Olimpico e 2-1 anche in Germania, e del Chelsea di Tuchel che ha eliminato l’Atletico Madrid, vincendo 1-0 in trasferta e 2-0 in quel di Stamford Bridge.

foto di Vinicius, attaccante del Real Madrid

Il sorteggio non prevede nessuna restrizione, con sfide possibili anche tra squadre della stessa nazione, andando a stilare un vero e proprio tabellone stile tennistico. Il sorteggio sarà effettuato in due fasi: il primo riguarderà i quarti di finale, creando dunque i quattro accoppiamenti tra le otto squadre qualificate. Mentre il secondo riguarderà, invece, le semifinali e, di conseguenza, anche la finale.

LE SQUADRE QUALIFICATE

BORUSSIA DORTMUND (GER), PORTO (POR), LIVERPOOL (ING), PSG (FRA), MANCHESTER CITY (ING), REAL MADRID (SPA), BAYERN MONACO (GER), CHELSEA (ING).

Accoppiamenti quarti di finale Champions League

PARTITE DI ANDATA

MANCHESTER CITY (ING) – BORUSSIA DORTMUND (GER) 6 APRILE ORE 21:00 (2-1)

REAL MADRID (SPA) – LIVERPOOL (ING) 6 APRILE ORE 21:00 (3-1)

PORTO (POR) – CHELSEA (ING) 7 APRILE ORE 21:00 (0-2)

BAYERN MONACO (GER) – PSG (FRA) 7 APRILE ORE 21:00 (2-3)

PARTITE DI RITORNO

CHELSEA – PORTO (POR) 13 APRILE ORE 21:00 (0-1)

PSG (FRA) – BAYERN MONACO (GER) 13 APRILE ORE 21:00 (0-1)

BORUSSIA DORTMUND (GER) – MANCHESTER CITY (ING) 14 APRILE ORE 21:00

LIVERPOOL (ING) – REAL MADRID (SPA) 14 APRILE ORE 21:00

Accoppiamenti semifinali Champions League

PARTITE DI ANDATA (27-28 APRILE)

PSG (FRA) VS MANCHESTER CITY (ING) – BORUSSIA DORTMUND (GER)

REAL MADRID (SPA) – LIVERPOOL (ING) VS CHELSEA (ING)

PARTITE DI RITONO (4-5 MAGGIO)

MANCHESTER CITY (ING) – BORUSSIA DORTMUND (GER) VS PSG (FRA) 

CHELSEA (ING) VS REAL MADRID (SPA) – LIVERPOOL (ING)

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Champions League, Bayern e Porto vincono: in semifinale, però, ci vanno PSG e Chelsea

La Champions League è tornata di scena con le prime due sfide di ritorno dei quarti di finale. Però attesa e aspettative di grande calcio c’eraro soprattutto per il match del Parco dei Principi di Parigi tra PSG e Bayern Monaco, dove si ripartiva dal successo francese per 3-2 ottenuto in Germania. E i tedeschi si sono imposti per 1-0, non riuscendo a ribaltare il discorso qualificazione. Stesso discorso anche nell’altra partita, quella tra Chelsea Porto, con gli inglesi che, dopo il successo conquistato per 2-0 in trasferta, hanno perso per 1-0 andando comunque in semfinale.

PSG-Bayern Monaco 0-1

La prima frazione di gioco vede il PSG giocare complessivamente meglio, con tanta qualità e creando molte chance, ma senza avere sotto porta il giusto cinismo. Basti pensare che Neymar ha ben cinque occasioni per segnare, non trovando la rete anche per sfortuna, quando sono prima una traversa e poi il palo a negargli la rete, con anche Neuer determinante in altre due circostanze. Quando gli errori sono troppi, poi si pagano e il Bayern Monaco, pur con tante assenze, al 40′ segna la rete che riapre il discorso qualificazione: combinazione Davies, Muller, Alaba, il sinistro dell’austriaco è respinto da Navas ma sul tap-in Choupo-Moting di testa mette in rete. Il secondo tempo parte senza cambi e con un ritmo sempre alto. Le giocate di qualità non mancano, ma sotto porta manca sempre qualcosa ad entrambe. Il PSG ci prova a chiudere la contesa con un gol, il Bayern non resta a guardare per trovare quella rete che li manderebbe in semifinale. Ma finisce solo 1-0 e i gol in trasferta premiano il PSG.

foto di James col pallone

Chelsea-Porto 0-1

La prima frazione di gioco, sul neutro del Sanchez Pizjuan di Siviglia (così come all’andata), si gioca con grande intensità ma senza che arrivino chance da rete clamorose. Il Chelsea gioca ovviamente forte del 2-0 dell’andata e non sollecita i ritmi, dall’altra il Porto ci prova ma senza creare pericoli reali dalle parti di Mendy. Nel secondo tempo l’equilibrio regna sovrano, col Porto che riesce a sbloccare il punteggio ma solo al 94′ con Taremi: 4Cross di Nanu dalla destra e splendida rovesciata di Taremi che trafigge Mendy. Ma è troppo tardi, il Chelsea si prende la semifinale.

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Slavia Praga-Arsenal, le probabili formazioni: Arteta punta su Aubameyang

Al Sinobo Stadium si gioca probabilmente il match più incerto in programma per il ritorno dei quarti di finale di Europa League. Di fronte ci sono Slavia Praga e Arsenal, che si affrontano ad una settimana dalla gara di andata, finita anche un po’ a sorpresa per 1-1. I Gunners, infatti, alla vigilia sembravano grandi favoriti in questa doppia sfida. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Slavia Praga-Arsenal.

Le ultime su Slavia Praga-Arsenal

Lo Slavia Praga sta dominando il campionato ed è ad un passo dal titolo. I cechi sono in testa con 68 punti, con ben diciassette punti di vantaggio sullo Sparta Praga secondo, pur avendo giocato due partite in più. Nell’ultimo turno è arrivato il successo in casa per 2-0 proprio nel derby contro lo Sparta. Agli ottavi di Europa League la squadra di Trpisovskyha eliminato a sorpresa il Leicester.

L’Arsenal voleva tornare in Champions League in questa stagione dopo diversi anni. I padroni di casa, però, hanno deluso le aspettative fino ad ora. Gunners che sono noni con 45 punti, a nove punti dal quinto posto e a dieci dal West Ham quarto in zona Champions. Nell’ultimo turno la squadra di Arteta ha battuto in trasferta lo Sheffield per 3-0.

Le scelte tecniche

Foto di Aubameyang e Lacazette con la maglia dell'Arsenal

Il tecnico dello Slavia Praga, Trpisovsky, si affiderà al 4-2-3-1. A guidare l’attacco Kuchta, con Sima, Stanciu e Olayinka a supporto alle sue spalle. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Masopust e Holes.

Il tecnico dell’Arsenal, Arteta, dovrebbe scendere in campo con un 4-2-3-1. Al centro dell’attacco ci sarà Aubameyang. Alle sue spalle saranno liberi di agire sulla linea dei trequartisti Pepé, Odegaard e Lacazette. A fare da schermo davanti alla difesa, invece, dovrebbero esserci Xhaka e Ceballos.

Probabili formazioni Slavia Praga-Arsenal

Slavia Praga (4-2-3-1): Kolar; Bah, Deli, Zima, Dorley; Holes, Masopust; Sima, Stanciu, Olayinka; Kuchta.

Arsenal (4-2-3-1): Leno; Bellerin, Luiz, Magahlaes, Soares; Ceballos, Xhaka; Pepé, Odegaard, Lacazette; Aubemayang.

Diretta tv e streaming Slavia Praga-Arsenal

Il match tra Slavia Praga e Arsenal, con fischio d’inizio previsto alle ore 21, sarà visibile in diretta tv su Sky Sport. Scopri se Slavia Praga-Arsenal è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Slavia Praga-Arsenal

Per quanto riguarda il pronostico, l’Arsenal a nostro avviso ha sicuramente qualcosa in più rispetto ai propri avversari. Per questo motivo, il nostro consiglio è quello di puntare sul successo dei Gunners.

SLAVIA PRAGA-ARSENAL: segno 2 / risultato esatto 1-3

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Blitz Champions del Milan al Tardini: Parma battuto 3-1 e secondo posto consolidato

Vittoria importantissima per il Milan che conquistano tre punti chiave per la corsa alla Champions League, mentre per il Parma un’opportunità in meno per sperare nella salvezza. Un match dominato dai rossoneri nel primo tempo con le reti di Rebic e Kessié, poi al 60′ l’espulsione di Ibrahimovic ha rischiato di compromettere il successo. La rete di Gagliolo ha ridato speranze ai gialloblu, sino al tris conclusivo di Leao al 94′.

CRONACA PARMA-MILAN – Guardando le formazioni ufficiali, Roberto D’Aversa non rinuncia al 4-3-3 con Man e Gervinho ai lati di Pellé nel tridente. Dall’altra parte Stefano Pioli schiera il solito 4-2-3-1 con Ibrahimovic supportato da Saelemaekers, Calhanoglu e Rebic. In difesa c’è Kalulu come terzino destro e non Dalot.

Primo tempo, Milan sul 2-0

Avvio di match su buoni ritmi e risultato che si sblocca già al minuto 8, col Milan in vantaggio: Ibrahimovic lavora un bel pallone sui 20 metri e serve Rebic dentro l’area, il croato controlla e girandosi calcia sotto l’incrocio, lì dove Sepe non può farci molto. I rossoneri spingono ancora e all’11’ Ibrahimovic non arriva per pochi centimetri sulla palla tagliata di Calhanoglu, mentre al 16′ lo svedese . Dall’altra parte il Parma spinge molto a sinistra con Pezzella, ma senza però creare reali pericoli dalle parti di Donnarumma. Non manca di certo l’intensità in casa ducale, ma la qualità è tutta nei piedi degli ospiti e al 44′ arriva anche il gol dello 0-2: Hernandez scambia prima con Ibrahimovic, poi dal limite serve Kessié: l’ivoriano, dall’altezza de dischetto col destro batte inserobilmente Sepe.

Secondo tempo, Ibra espulso e il Parma ci crede

gol di Gagliolo in Parma-Milan

La ripresa si apre con un volto nuovo nel Parma, dentro Cornelius al posto dell’evanescente Gervinho e attacco pesante col danese a far coppia con Pellé. Si comincia con un Milan in controllo e con Ibrahimovic che saggia l’attenzione di Sepe, anche se è Donnarumma a salvare i rossoneri al 51′ con una doppia parata, prima su Conti e poi su Pellé. La nuova svolta del match arriva però al 60′, quando Maresca estrae all’improvviso il cartellino rosso e sancisce l’espulsione di Ibrahimovic, evidentemente per qualche parola di troppo. Il Parma si ritrova dunque con un vantaggio inaspettato e al 66′ torna in partita: pallone in mezzo per Pellé che fa da torre per il destro di Gagliolo che mette in rete anticipando Donnarumma. Il finale di partita vede ovviamente i ducali attaccare a testa bassa, mentre il Milan si difende con l’inserimento anche di forze fresche e dei vari Dalot, Meité, Krunic, Gabbia e Leao. Gli emiliani si buttano in avanti, ma il Milan in contropiede al 94′ chiude i giochi col 3-1, dopo una grande sgroppata di Dalot. 

Vince lo Spezia, 3-2 al Crotone

Nel primo match della 30esima giornata, invece, vittoria importantissima per 3-2 dello Spezia sul Crotone allo stadio Picco. Un successo maturato in rimonta e nei minuti finali, e che segna praticamente la retrocessione dei calabresi in Serie B. Il primo tempo si chiude con gli ospiti in vantaggio per 1-0 con la rete di Djidji al 40′. Poi nella ripresa il pari ligure con Verde al 63′, prima che Simy, al gol numero 16 in campionato, riporti avanti i rossoblu. Nel finale però la clamorosa rimonta degli spezzini, a segno con Maggiore all’89’ ed Erlic al 92′. Con questa affermazione la squadra di Italiano è salita a quota 32 punti in classifica, a più dieci sul Cagliari terz’ultimo (in attesa della complicata sfida che attende i sardi domenica sul campo dell’Inter).

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Celta Vigo-Siviglia, le probabili formazioni: ospiti in difesa del quarto posto

Allo stadio Balaidos di Vigo si gioca il match valido per la trentesima giornata della Liga, l’undicesima del girone di ritorno, tra Celta Vigo e Siviglia. Padroni di casa che vogliono provare a tornare in corsa per un piazzamento europeo. Gli ospiti, invece, vogliono blindare il quarto posto, che vorrebbe dire un piazzamento in Champions League. Nella sfida di andata, giocata al Ramon Sanchez, successo per 4-2 dei biancorossi. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Celta Vigo-Siviglia.

News su Celta Vigo-Siviglia

esultanza al gol di De Jong

Il Celta Vigo vuole mettersi alle spalle un’annata sicuramente negativa, con la salvezza ottenuta nelle ultime giornate. L’obiettivo era tornare a lottare per un piazzamento europeo. Fino ad ora il rendimento dei padroni di casa, però, è stato altalenante. La squadra di Coudet è ottava con 37 punti, a meno nove dal Betis sesto in zona Europa League. Nell’ultimo turno è arrivato il successo in casa dell’Alaves per 3-1.

Il Siviglia vuole confermarsi tra le prime quattro in campionato ed è in piena lotta per tale obiettivo e stava attraversando un grande periodo. In campionato la squadra di Lopeteguiè imbattuta da quattro partite. Nell’ultimo turno è arrivato il successo di misura per 1-0 in casa contro l’Atletico Madrid. Quarto posto in classifica con 58 punti, a più dodici sulla Real Sociedad quinta.

Le ultime sulle due formazioni

De Jong, calciatore del Siviglia

Il tecnico del Celta Vigo, Coudet, scenderà in campo con un offensivo 4-2-3-1. L’attacco del Celta Vigo sarà guidato dall’esperto Aspas, supportato dalla batteria di trequartisti composta da Mendez, Mina e Nolito. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Suarez e Tapia.

Il tecnico del Siviglia, Lopetegui, si affiderà al suo solito 4-3-3. Il tridente d’attacco sarà formato da Gomez, De Jong e Suso. La cerniera di centrocampo, invece, dovrebbe essere composta da Jordan, Gudelj e l’ex di turno, Ivan Rakitic.

Probabili formazioni Celta Vigo-Siviglia

Celta Vigo (4-2-3-1): Villar; Mallo, Fontan, Aidoo, Caricol; Suarez, Tapia; Mendez, Mina, Nolito; Aspas.

Siviglia (4-3-3): Vaclick; Jesus Navas, Kounde, Diego Carlos, Acuna; Rakitic, Gudelj, Jordan; Suso, De Jong, Gomez.

Diretta tv e streaming Celta Vigo-Siviglia

Il match tra Celta Vigo e Siviglia, con fischio d’inizio previsto alle ore 21, sarà visibile in diretta tv su Dazn. Celta Vigo-Siviglia è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Celta Vigo-Siviglia

Per quanto riguarda il pronostico, noi consigliamo di puntare sul successo del Celta Vigo. A nostro avviso, dunque, questa gara potrebbe riservare delle sorprese.

CELTA VIGO-SIVIGLIA: segno 1 / risultato esatto 2-1

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Strasburgo-Psg, le probabili formazioni: Pochettino non può più sbagliare

Lo Strasburgo in cerca degli ultimi punti per la salvezza. Il Psg per non perdere contatto dalla vetta. Sono questi i temi principali del match che si giocherà allo stadio Meinau di Strasburgo, valido per la trentaduesima giornata di Ligue 1. Due squadre, dunque, in cerca di punti per obiettivi diversi. Nella sfida di andata, giocata al Parco dei Principi, netto successo dei parigini per 4-0. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Strasburgo-Psg.

Le ultime su Strasburgo-Psg

la delusione di Neymar e Mbappe
Lisbona (Portogallo) 23/08/2020 – finale Final Eight Champions League / Paris Saint Germain-Bayern Monaco / foto Getty/Uefa/Image Sport nella foto: Neymar-Kylian Mbappe’

Lo Strasburgo quest’anno è chiamato a riscattare un’annata deludente. Lo scorso anno, infatti, i padroni di casa sono arrivati a metà classifica, al decimo posto, anche a causa della sospensione definitiva e anticipata del campionato. L’andamento, però, è stato sulla stessa lunghezza d’onda. La squadra di Laurey si trova al tredicesimo posto con 36 punti, a più sette sul Nimes terzultimo, in zona play out. Nell’ultimo turno è arrivata la vittoria pirotecnica per 3-2 in casa del Bordeaux.

Il Psg in questa stagione sta faticando più di quanto ci si aspettasse alla vigilia in campionato. I parigini ora sono secondi in classifica con 63 punti, a meno tre dal Lille capolista, a più uno Monaco e a più due sul Lione. Nell’ultimo turno è arrivata la sconfitta in casa proprio contro il Lille per 1-0 che ha svoltato la classifica. Nell’andata dei quarti di finale di Champions successo per 3-2 in casa del Bayern Monaco.

Le scelte tecniche

esultanza gol di Marquinhos

Il tecnico dello Strasburgo, Laurey, dovrebbe scendere in campo con il 4-2-3-1. Al centro dell’attacco ci sarà Ajorque. Alle sue spalle saranno liberi di agire sulla linea dei trequartisti Bellegarde, Thomasson e Chahiri. A fare da schermo davanti alla difesa, invece, dovrebbero esserci Sissoko e Aholou.

Il tecnico del Psg, Mauricio Pochettino, scenderà in campo sempre con il 4-3-3. Il tridente d’attacco sarà formato da Di Maria, Kean e Kylian Mbappé, con Neymar out per squalifica. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Paredes, Gueye e Herrera nel ruolo di mezzala, visto che Verratti è out essendo positivo al Covid.

Probabili formazioni Strasburgo-Psg

Strasburgo (4-2-3-1): Kawashima; Guilbert, Mitrovic, Kone, Caci; Sissoko, Aholou; Bellegarde, Thomasson, Chahiri; Ajorque.

Psg (4-3-3): Navas; Dagba, Kehrer, Kimpembe, Kurzawa; Gueye, Paredes, Herrera; Di Maria, Kean, Mbappé.

Diretta tv e streaming Strasburgo-Psg

Il match tra Strasburgo e Psg, con fischio d’inizio previsto alle ore 17, sarà visibile in diretta tv su Dazn. Strasburgo-Psg è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Strasburgo-Psg

Per quanto riguarda il pronostico, a nostro avviso il Psg ha sicuramente qualcosa in più rispetto ai propri avversari. Per questo motivo, il nostro consiglio è quello di puntare sul successo dei parigini.

STRASBURGO-PSG: segno 2 / risultato esatto 1-4

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Montpellier-Marsiglia, le probabili formazioni: sfida per l’Europa

Allo stade Mosson di Montpellier si gioca il match valido per la trentaduesima giornata di Ligue 1, la tredicesima del girone di ritorno, tra Montpellier e Marsiglia. Si tratta di uno scontro diretto per un piazzamento europeo, visto che le due squadre sono separate da tre punti in classifica. Nella sfida di andata, giocata al Velodrome di Marsiglia, successo dei biancoazzurri per 3-1. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Montpellier-Marsiglia.

Le ultime su Montpellier-Marsiglia

foto di Sakai, difensore del Marsiglia

Il Montpellier sembrava avere le carte in tavola per lottare per un piazzamento europeo in questa stagione. I padroni di casa, però, hanno avuto un rendimento altalenante anche se, essendo imbattuti da dodici partite, hanno risalito la classifica. Ora sono ottavi in classifica con 45 punti, a meno quattro dal Lens quinto. La squadra di Zakarian nell’ultimo turno ha pareggiato in casa dell’Angers per 1-1.

Il Marsiglia ha faticato non poco in questa stagione. I biancoazzurri sono in ripresa comunque, essendo saliti al sesto posto in classifica con 48 punti, a quattordici lunghezze dal Monaco terzo in zona Champions e a meno uno dal Lens quinto. La compagine ha dovuto fare i conti con le dimissioni di Villas Boas in quest’annata. Il club per il futuro ha deciso di puntare su Sampaoli. Ospiti che nell’ultimo turno hanno raccolto un successo prezioso battendo 2-0 in casa il Dijon.

Le scelte tecniche

Il tecnico del Montpellier, Zakarian, dovrebbe scendere in campo con il 3-5-2. La coppia d’attacco sarà formata da Laborde e Delort. Gli esterni, con il compito di svolgere la doppia fase, saranno Souquet e Mollet. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci Ferri, Souquet e Mollet.

Il tecnico del Marsiglia, Sampaoli, dovrebbe affidarsi al 4-2-3-1. Al centro dell’attacco ci sarà l’ex Napoli, Arkadiusz Milik. Alle sue spalle saranno liberi di agire Payet, Cuisance e Thauvin. A fare da schermo davanti alla difesa, invece, dovrebbero esserci Ntcham e Kamara.

Probabili formazioni Montpellier-Marsiglia

Montpellier (3-5-2): Omlin; Ristic, Congre, Mendes; Souquet, Chotard, Ferri, Souquet, Mollet; Laborde, Delort.

Marsiglia (4-2-3-1):  Mandanda; Lirola, Alvaro, Caleta-Car, Nagatomo; Gueye, Cuisance; Payet, Cuisance, Thauvin; Milik.

Diretta tv e streaming Montpellier-Marsiglia

Il match tra Montpellier e Marsiglia, con fischio d’inizio previsto alle ore 21, sarà visibile in diretta tv e in streaming su Dazn. Montpellier-Marsiglia è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Montpellier-Marsiglia

Per quanto riguarda il pronostico, a nostro avviso il Marsiglia parte favorito rispetto ai propri avversari. Per questo motivo, il nostro consiglio è quello di puntare sul successo degli ospiti.

MONTPELLIER-MARSIGLIA: segno 2 / risultato esatto 0-2

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Real Madrid-Barcellona, le probabili formazioni: Clasico decisivo per il titolo

Allo stadio Alfredo Di Stefano di Madrid si gioca il match valido per la trentesima giornata della Liga, l’undicesima del girone di ritorno, tra Real Madrid e Barcellona. Clasico decisivo per la corsa al titolo visto che si affrontano la terza e la seconda in classifica, separate da soli due punti. Nella sfida di andata, giocata al Camp Nou, vittoria dei Blancos in trasferta per 3-1. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Real Madrid-Barcellona.

Le ultime su Real Madrid-Barcellona

foto di Messi con la maglia del Barcellona

Il Real Madrid è in ripresa rispetto ad un inizio di stagione molto complesso, che aveva portato anche a mettere in discussione la posizione del tecnico Zidane. I Blancos adesso cercano di tenere contatto con la vetta e accorciare sulla capolista. Terzo posto con 66 punti, a tre punti dai cugini dell’Atletico Madrid in testa alla classifica e a due dal Barcellona secondo in classifica. Nell’ultimo turno di campionato è arrivato il successo in casa per 2-0 contro l’Elche. In settimana successo contro il Liverpool per 3-1 in casa nell’andata dei quarti di Champions League.

Il Barcellona è sicuramente in ripresa. I blaugrana ora sono secondi in classifica con 65 punti, a meno uno dall’Atletico Madrid capolista e a più due sul Real Madrid. La squadra di Koeman nell’ultimo turno di campionato ha raccolto il sesto successo consecutivo, battendo in casa il Valladolid di misura per 1-0. I catalani hanno dimostrato di essersi messa alle spalle la delusione per l’eliminazione agli ottavi di Champions League contro il Psg.

Le scelte tecniche

foto di Vinicius, attaccante del Real Madrid

Il tecnico del Real Madrid, Zinedine Zidane, si affiderà al suo solito 4-3-3. Davanti ci sarà Benzema, con ai suoi lati Rodrygo e Asensio. La cerniera di centrocampo, invece, dovrebbe essere composta da Kroos, Casemiro e Valverde.

Il tecnico del Barcellona, Koeman, dovrebbe schierarsi con il 4-3-3 Il tridente d’attacco sarà formato da Messi, Griezmann e Dembele. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci De Jong, Busquets e Pedri. Pjanic dovrebbe partire dalla panchina.

Probabili formazioni Real Madrid-Barcellona

Real Madrid (4-3-3): Courtois; Lucas Vazquez, Militao, Nacho, Mendy; Casemiro, Valverde, Kroos; Asensio, Benzema, Rodrygo.

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Dest, Umtiti, Lenglet, Jordi Alba; de Jong, Busquets, Pedri; Dembélé, Messi, Griezmann.

Diretta tv e streaming Real Madrid-Barcellona

Il match tra Real Madrid e Barcellona, con fischio d’inizio previsto alle ore 21, sarà visibile in diretta tv su Dazn. Real Madrid-Barcellona è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Real Madrid-Barcellona

Per quanto riguarda il pronostico, ci aspettiamo una partita molto equilibrata. Per questo motivo consigliamo il pareggio.

REAL MADRID-BARCELLONA: segno X / risultato esatto 2-2

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS

 

Granada-Manchester United, le probabili formazioni: Solskjaer senza Martial

Allo stadio Los Carmenes di Granada si gioca il match valido per l’andata dei quarti di finale di Europa League tra Granada e Manchester United. Red Devils che sono sicuramente favoriti in questa doppia sfida avendo qualità superiori rispetto ai propri avversari. Non ci sono scontri diretti recenti tra le due squadre. Scopriamo insieme come arrivano a questa sfida e le probabili formazioni di Granada-Manchester United.

News su Granada-Manchester United

esultanza di Pogba dopo il gol
Milano 18/03/2021 – Europa League / Milan-Manchester United / foto Imago/Image Sport nella foto: esultanza gol Paul Pogba

Il Granada punta ad una salvezza tranquilla in campionato ma, come successo l’anno scorso quando era neopromossa, si trova in piena lotta per un piazzamento europeo. I padroni di casa sono noni in classifica con 36 punti, a meno dieci dal Villarreal sesto. La squadra di Martinez viene da tre sconfitte consecutive, l’ultima arrivata in casa contro il Villarreal per 3-0. Agli ottavi di finale di Europa League eliminato il Molde, dopo che ai sedicesimi era stato eliminato il Napoli.

Il Manchester United è in piena lotta ai vertici della classifica di Premier League, anche se sembra difficile pensare ancora allo scudetto. I Red Devils sono secondi in classifica con 60 punti, a meno sedici dai cugini del Manchester City. La squadra di Solskjaer nell’ultimo turno ha battuto il Brighton in casa 2-1. Agli ottavi di finale gli ospiti hanno eliminato il Milan.

Le ultime sulle due formazioni

esultanza del Manchester United contro il Sevilla
Colonia (Germania) 16/08/2020 – Final Eight Europa League / Siviglia-Manchester United / foto Getty/Uefa/Image Sport nella foto: esultanza gol Bruno Fernandes

Il tecnico del Granada, Martinez, dovrebbe scendere in campo con un 4-3-3. Non saranno presenti per infortunio Montoro, Diaz e Lozano. Il tridente d’attacco sarà formato da Machis, Soldado e Puertas. La cerniera di centrocampo, invece, dovrebbe essere composta da Montoro, Gonalons e Herrera.

Il tecnico del Manchester United, Solskjaer, dovrebbe affidarsi al 4-2-3-1. Al centro dell’attacco ci sarà Cavani, con Greenwood, Bruno Fernandes e Rashfordliberi di agire sulla linea dei trequartisti. In mezzo al campo, invece, dovrebbero esserci McTominay e Fred.

Probabili formazioni Granada-Manchester United

Granada (4-3-3): Rui Silva; Neva, German Sanchez, Duarte, Quini; Gonalons, Montoro, Herrera; Machis, Soldado, Puertas.

Manchester United (4-2-3-1): Henderson; Wan-Bissaka, Lindelöf, Maguire, Shaw; McTominay, Fred; Greenwood, Bruno Fernandes, Rashford; Cavani.

Diretta tv e streaming Granada-Manchester United

Il match tra Granada e Manchester United, con fischio d’inizio previsto alle ore 21, sarà visibile in diretta tv su Sky Sport. Scopri se Granada-Manchester United è visibile in diretta streaming su William Hill.

Pronostico Granada-Manchester United

Per quanto riguarda il pronostico, ci aspettiamo una partita a senso unico. Per questo motivo il nostro consiglio è quello di puntare sul successo del Manchester United, che ha sicuramente qualcosa in più rispetto ai propri avversari.

GRANADA-MANCHESTER UNITED: segno 2 / risultato esatto 1-3

SCOPRI I MIGLIORI BOOKMAKERS