Nazionali Under21: Nuovo Infortunio

Uno scontro con Simon l’ha costretto al cambio, dopo appena 43 minuti dal fischio d’inizio del match inaugurale degli Europei Under 21: Nicolò Zaniolo, centrocampista classe 1999 della Roma, ha dovuto lasciare il posto ad Orsolini a causa di un brutto colpo alla testa subito nel corso della partita contro la Spagna. Alla mezzora del primo tempo, infatti, il numero 8 degli azzurrini ha provato a colpire di testa un pallone messo in mezzo da Chiesa, con il portiere avversario che ha però avuto la meglio, colpendo lo stesso Zaniolo sulla nuca.

Poco dopo, la mezzala della Roma ha chiesto di essere sostituita. Al momento, Zaniolo è sotto controllo nello spogliatoio degli azzurri, si ritiene che abbia subito soltanto una forte botta e che, per lui, non dovrebbe essere nulla di grave. Tanto che, in zona mista nel post gara, il suo: “Sto bene” ha rassicurato tutti. 

Calciomercato | Lecce, si blocca l’affare Yilmaz

Si complica la trattativa per portare Burak Yilmaz al Lecce.

Sembrava essere ben indirizzata la trattativa per portare Burak Yilmaz dalla Turchia all’Italia, dove il Lecce lo stava attendendo. Ma è proprio l’attuale attaccante del Besiktas ha frenare la trattativa tra i club, che al momento si è bloccata: “Vorrei terminare la mia carriera qui, è il mio sogno più grande giocare in questa squadra”. Da capire se quella di Yilmaz è una trattativa con qualche possibilità di riapertura oppure no. 

Italia, Mancini: “Sarri alla Juve? Torna con più esperienza”

Il primo pensiero è per l’Italia femminile: “Milena Bertolini merita tanto rispetto per quello che sta facendo. Mette tantissima passione in quello che fa”. Roberto Mancini elogia la collega e ai microfoni di Sky Sport ricorda anche la prima convocazione di Zaniolo: “Perché ho fatto quella scelta? Sono 20 anni che faccio l’allenatore, tutto qua…”. Il ct azzurro analizza poi il sempre più vicino ritorno di Sarri in Italia, sulla panchina della Juventus: “Gli allenatori italiani che vanno all’estero fanno un’esperienza straordinaria, e quando tornano lo fanno ancora più esperti. Credo che la Juve opererà ancora sul mercato, questo è certo”.  

Sulla Nazionale: “Abbiamo ancora da lavorare e da migliorare. Ogni partita facciamo uno step in più. I giocatori sono bravi e si sono trovati bene. Abbiamo riportato entusiasmo e questa è una cosa positiva”. In chiusura Mancini racconta il nuovo presidente della Fiorentina Commisso che ha conosciuto personalmente: “Lo conosco perché mio figlio Andrea ha giocato nei Cosmos. È un grandissimo appassionato di calcio e della Nazionale”, ha concluso il ct azzurro.  

Higuita: “Se la Colombia non vince la Copa America mi taglio i capelli”

L’ex portiere della Nazionale, icona in patria e non solo, ha mostrato una certa fiducia nei confronti della squadra di Queiroz a pochi giorni dall’inizio della Copa America

Il suo “scorpione” è un ricordo indelebile per molti, la sua chioma un simbolo per un intero paese e non solo. Renè Higuita è un mito in Colombia con le 68 presenze con la maglia della sua Nazionale e la celebre parata sul pallonetto di Redknapp durante la partita amichevole contro l’Inghilterra nel 1995. Ci sarà anche lui a tifare per la Colombia in occasione della Copa America che sta per iniziare. 

La squadra di Queiroz debutterà il prossimo 16 giugno con l’Argentina. Subito 90′ di fuoco dunque, ai quali seguiranno i match con Qatar e Paraguay. Insomma, girone del tutto alla portata, a maggior ragione se si considera il terzo posto conquistato nel 2016 nell’ultima edizione del torneo. La classe di James Rodriguez e Falcao, la forza di Zapata, la veloità di Cuadrado e Muriel. Non manca proprio niente. 

Higuita questo lo sa. Di qui la folle promessa: Se la Colombia non vince la Copa mi taglio i capelli”Un fatto che sarebbe storico. Un azzardo, considerando che l’ex portiere ha solo un risultato a dispozione per salvare ciò che più lo ha contraddistinto insieme al colpo dello scorpione: “Non sarà facile” ha aggiunto, “ma i giocatori della rosa hanno grande esperienza internazionale e formano un grande gruppo”. Basterà a salvarlo?

Spal, Dickmann richiesto dall’Apoel Nicosia di Tramezzani

Sette presenze in totale la scorsa stagione con la Spal (tra Serie A e Coppa Italia) per Lorenzo Dickmann. E ora sul difensore classe ’96 c’è l’Apoel Nicosia di Tramezzani e del ds Teti che ha già avuto il giocatore a Novara. 

Richiesta alla Spal effettuata, adesso starà anche a Dickmann valutare questa possibilità, tenendo anche conto che l’Apoel – vincitrice del suo campionato – giocherà i preliminari di Champions League.

Iran, Stramaccioni ha firmato con l’Esteghlal: i dettagli

Andrea Stramaccioni ha firmato con l’Esteghlal

Nuova avventura in Iran per l’ex allenatore di Inter e Udinese, tra le altre. La firma è arrivata poco, tramite l’intermediazione di Federico Pastorello. 

L’Esteghlal è una squadra persiana di Teheran, uno dei tre club più vincenti del Medio Oriente, tanto da aver vinto la Champions League Asiatica per due volte. Il primo contatto tra le parti c’è stato lo scorso aprile, poi la settimana scorsa è avvenuto un incontro a Istanbul con la dirigenza del club ed il presidente per chiudere.

Stramaccioni ha firmato un contratto biennale con opzione per un terzo anno a 1,6 milioni all’anno.  

L’obiettivo è tornare al vincere il campionato, la Persian Gulf Pro League, cosa che non accade dalla stagione 2012/2013.

Cagliari, idea Defrel per l’attacco

Il rinnovo di Cigarini fino al 2020 arrivato con un annuncio via whatsapp pubblicato sui social da parte del presidente Giulini, poi quello di Ceppitelli pronto a firmare fino al 2021. Cagliari però che non si ferma al capitolo rinnovi ma sonda con attenzione il mercato a caccia di rinforzi.

Nel mirino del club rossoblù c’è Grégoire Defrel, attaccante classe 1991 che nell’ultima stagione ha indossato la maglia della Sampdoria, club dove è arrivato la scorsa estate in prestito con diritto di riscatto (non ancora esercitato) dalla Roma.

Un’idea per l’attacco del Cagliari, intenzionato a fare un mercato importante. Con Defrel nei pensieri del club rossoblù. 

La Fiorentina chiama Batistuta: offerto un posto in società

Rescisso il contratto di Pantaleo Corvino, la Fiorentina ora valuta il nuovo staff dirigenziale. Commisso è infatti al lavoro per definire l’assetto che dovrà guidare la società in sua assenza e oltre ai contatti per Pradé come direttore sportivo si segnala un altro nome che per i viola ha un altissimo valore simbolico, quello di Gabriel Omar Batistuta. È infatti arrivata una telefonata da parte della nuova proprietà all’ex bomber argentino: ci sono le condizioni per un ritorno che sarebbe clamoroso. Ancora da definire è però il suo ruolo, se ne riparlerà meglio in questi giorni anche grazie alla mediazione di Antognoni, molto legato a Batistuta.

Bologna, contatti per Tomiyasu. Sabatini nuovo ds: attesa la firma

Il Bologna segue Takehiro Tomiyasu, difensore giapponese del Sint-Truiden. A breve la firma di Walter Sabatini come nuovo direttore sportivo

Il Bologna si prepara per la prossima stagione. Contatti per Takehiro Tomiyasu, difensore giapponese classe ’98 che gioca in Belgio nel Sint-Truiden. Il giocatore in patria è considerato uno dei tre migliori calciatori del Giappone. Nella scorsa stagione ben 40 presenze e 1 gol segnato per lui. 

Dopo il rinnovo di Sinisa Mihajlovic, nella giornata di domani è attesa la firma di Walter Sabatini come responsabile dell’area sport.