Barcellona-Inter, Messi e Dembélé parzialmente in gruppo

Leo Messi e Ousmane Dembélé hanno svolto parte dell’allenamento odierno con il resto dei compagni in gruppo. E’ questo quanto si legge nel tweet pubblicato dal Barcellona sul proprio account ufficiale: una doppia notizia importante in vista della sfida di Champions League contro l’Inter in programma mercoledì sera al Camp Nou alle ore 21.

Champions League, designazioni arbitrali: per la Juve lo scozzese Collum

Dopo il campionato, è già tempo di Champions League. A scendere in campo martedì saranno Juventus e Atalanta, che se la vedranno in casa rispettivamente contro Bayer Leverkusen e Shakhtar. Per quanto riguarda i bianconeri, il match sarà diretto dallo scozzese William Collum. Una designazione che può far sorridere, dal momento che non è arrivata nessuna sconfitta nei cinque precedenti. 

Il primo risale alla stagione 2010/11, quando i bianconeri affrontarono lo Sturm Graz nei preliminari di Champions. Risultato finale 1-0 con gol di Del Piero. Altro precedente nell’aprile del 2014, questa volta in Europa League, dove la Juve ebbe la meglio sul Lione (0-1) nell’andata dei quarti di finale. Juve-Atletico 0-0 nel dicembre del 2014, Monaco-Juventus 0-0 nell’aprile del 2015 e Juve-Valencia 1-0 nel novembre 2018 le altre sfide. 

Collum sarà affiancato dagli assistenti Connor e McGeachie. Quarto uomo Nicolas Walsh, al Var Stuart Attwell e Paul Tierney.  Questa il quadro completo

21:00CET – Turin (Juventus Stadium)
Juventus FC (ITA) – Bayer 04 Leverkusen (GER) | Group D
Referee: William Collum (SCO)
Assistant Referee 1: Francis Connor (SCO)
Assistant Referee 2: David McGeachie (SCO)
Fourth Official: Nicolas Walsh (SCO)
Video Assistant Referee: Stuart Attwell (ENG)
Assistant Video Assistant Referee: Paul Tierney (ENG)
UEFA Referee Observer: Oğuz Sarvan (TUR)
UEFA Delegate: Zoran Cvrk (CRO)

Per quanto riguarda l’Atalanta, invece, l’arbitro della sfida di San Siro sarà il tedesco Tobias Stieler. Nessun precedente con i nerazzurri, ma non mancano le partite in cui ha diretto squadre italiane. Due volte la Roma (altrettante vitttorie per i giallorossi), due volte anche la Juventus (da segnalare il ko contro lo Young Boys dello scorso anno) e una volta l’Inter (vittoria per 1-0 con il Rapid Vienna nella passata stagione). Il quadro completo:

18:55CET – Milan (Stadio Giuseppe Meazza)
Atalanta BC (ITA) – FC Shakhtar Donetsk (UKR) | Group C
Referee: Tobias Stieler (GER)
Assistant Referee 1: Mike Pickel (GER)
Assistant Referee 2: Christian Gittelmann (GER)
Fourth Official: Marco Fritz (GER)
Video Assistant Referee: Bastian Dankert (GER)
Assistant Video Assistant Referee: Sascha Stegemann (GER)
UEFA Referee Observer: Marc Batta (FRA)
UEFA Delegate: Haris Gvozden (BIH)

Atalanta, Gasperini: “Primo tempo splendido. Siamo ambiziosi”

Seconda vittoria consecutiva per l’Atalanta che, dopo aver espugnato l’Olimpico, si è ripetuta sul campo del Sassuolo. 1-4 il risultato finale, un dominio a tinte nerazzurre. Terzo posto in classifica, a soli cinque punti dall’Inter che viaggia in testa a punteggio pieno. Numeri straordinari. 

Con il Sassuolo la partita è finita dopo 35′, quando Gomez e compagni si sono portati sul 4-0: “Abbiamo fatto un primo tempo straordinario – ha spiegato Gasperini nel post gara a Sky Sport – una mezz’ora meravigliosa per qualità e intensità. Venivamo da una partita molto faticosa a Roma, siamo costantemente in trasferta e quindi c’erano mille motivi per temere questa gara. Invece i ragazzi l’hanno interpretata bene. Nella ripresa volevamo gestire la palla con il possesso, senza fermarsi completamente come è accaduto”.

La testa adesso torna alla Champions, perché la squadra di Gasperini martedì se la vedrà con lo Shakhtar: “Speriamo che San Siro ci porti bene quanto il Mapei – ha scherzato l’allenatore nerazzurro – qui ci sono dei ricordi splendidi, qui abbiamo fatto la storia del club. Speriamo di scriverne un po’ anche a Milano”.

Ma dove può arrivare questa Atalanta? “Difficile dire quale sia il nostro obiettivo. Siamo ambiziosi ma lo abbiamo sempre creato strada facendo. Abbiamo alzato l’asticella, ma dire oggi che possiamo arrivare ancora terzi è difficile. Quest’anno però abbiamo avuto la fortuna di partire da un organico simile a quello dell’anno scorso, e rinforzato da qualche innesto importante”.

Triestina, Gautieri in pole: lunedì il possibile accordo

La Triestina è alla ricerca di un nuovo allenatore. Dopo l’addio di Massimo Pavanel, la squadra di Serie C sta scegliendo in queste ore il successore. Il principale indiziato è Carmine Gautieri. L’ex allenatore di Ternana e Livorno potrebbe trovare l’accordo nelle prossime ore. Lunedì sarà infatti il giorno decisivo per il futuro della panchina della Triestina. 

Napoli, Maksimovic non si allena: solo terapie per il difensore

La sconfitta col Cagliari non porta in dote soltanto il primo passo falso interno della stagione, per il Napoli. Nikola Maksimovic infatti è uscito all’intervallo dopo uno scontro di gioco e si è dovuto sottoporre a terapie. Una situazione che potrebbe mettere in emergenza Carlo Ancelotti, che dovrà già fare a meno di Koulibaly squalificato per l’espulsione rimediata, in vista della sfida col Brescia di domenica.

FIFA, proposte nuove limitazioni sulle commissioni per gli agenti e sul numero di prestiti

La FIFA, nella giornata di oggi, ha proposto delle nuove regole che riformerebbero il calciomercato. Soprattutto per quanto riguarda i temi delle limitazioni sulle commissioni per gli agenti e sul numero di prestiti. Queste nuove norme sono state richieste, come si legge nella nota ufficiale, per “proteggere l’integrità del sistema e prevenire gli abusi”. Il tutto verrà discusso, ed eventualmente approvato, il 24 Ottobre.

Le principali novità introdotte dal massimo organo internazionale sono le seguenti:

– Istituzione di un limite alle commissioni degl agenti (10% della commissione di trasferimento agli agenti dei club che cedono, il 3% della retribuzione del giocatore per gli agenti dello stesso e il 3% della retribuzione del giocatore per gli agenti delle società coinvolte)

– Limitazione della rappresentazione multipla per evitare conflitti di interesse

– Reintroduzione di un sistema di licenze obbligatorie per gli agenti, che includerà ulteriori misure di istruzione e un continuo sviluppo professionale

– Tutte le commissioni agli agenti verranno pagate attraverso il FIFA Clearing House, un sistema che è ancora in fase di sviluppo, utile a risolvere le controversie tra agenti, giocatori e club

Novità importanti anche per quanto riguarda i giocatori acquistati in prestito:

– Limitazioni sui prestiti internazionali di giocatori di età pari o superiori ai 22 anni: a partire dalla stagione 2020-21 ci sarà un limite di otto prestiti internazionali tra entrate e uscite, che dovranno scendere a sei entro la stagione 2022-23. Inoltre ci sarà un massimo di tre prestiti in entrata e tre prestiti in uscita tra gli stessi club.

Mbappè difende Icardi: “La gente lo giudica troppo, è un ragazzo timido”

L’attaccante francese ha parlato dell’ex giocatore dell’Inter in occasione del Best FIFA Football Award 2019

Alla premiazione dei “Best FIFA Football Award” era presente anche Kylian Mbappè. Il calciatore classe 1998 del Paris Saint Germain, ha parlato al termine della manifestazione del suo nuovo compagno di squadra ed ex calciatore dell’Inter Mauro Icardi: “E’ un ragazzo molto interessante ma anche molto timido. Troppo spesso valutato per quello che fa fuori dal campo. Viene giudicato senza conoscere realmente la sua persona“.

Nuova regola per parare i rigori: il VAR dà ragione al portiere

La nuova regola introdotta da questa stagione dall’Ifab prevede che, al momento del tiro, il portiere debba tenere almeno un piede anche solo parzialmente sulla linea di porta. E il portiere Sá l’ha rispettata

Cosa accomuna José Sá, portiere portoghese dell’Olympiacos Federico Macheda, attaccante del Panathinaikos? Una curiosa prima volta. Nel derby di Atene infatti il portoghese e l’italiano si sono resi protagonisti di un calcio rigore parato, la cui validità è stata temporanemente annullata dall’arbitro per un’irregolarità, salvo poi essere confermata dal VAR.

Poteva non esserci, l’ha decisa lui: 1^ vittoria Samp firmata Gabbiadini

Poteva non esserci, Sampdoria-Torino l’ha decisa lui. Sinistro sul quale Sirigu non arriva, primo gol della stagione per l’attaccante tornato a Genova a gennaio: rete numero 43 in Serie A per Manolo Gabbiadini, a scacciare via le nuvole nere sopra il Ferraris blucerchiato, nonostante l’allerta meteo arancione a mettere a rischio fino alle 12 di questa mattina lo svolgimento della gara. Allarme rientrato, più tre per i ragazzi Eusebio Di Francesco, prima vittoria in campionato della sua Samp e Doria che abbandona lo zero (e momentaneamente ultimo posto aspettando Atalanta-Fiorentina) in classifica dopo i tre ko consecutivi con Lazio, Sassuolo e Napoli, regalandosi un sorriso tra una una classifica in queste settimane troppo brutta per essere vera e una trattativa per la cessione del club pronta ad entrare nella settimana decisiva.

Lazio, Inzaghi: “Ci vuole fame e determinazione. Da valutare chi ha giocato a Cluj”

Due sconfitte nelle ultime due gare per la Lazio, uscita con le ossa rotte dalla doppia trasferta di Ferrara e di Cluj. L’occasione per ripartire arriverà domenica sera, nel posticipo delle 20.45 contro il Parma all’Olimpico. Alla vigilia della sfida contro i gialloblù è intervenuto in conferenza stampa Simone Inzaghi, che ha spiegato le recenti battute d’arresto, mostrandosi però fiducioso per il futuro.

“Nelle ultime due partite avremmo dovuto fare meglio, siamo partiti bene ma poi siamo calati nel secondo tempo. Abbiamo analizzato le sconfitte con lucidità e ora dobbiamo pensare a riprendere il nostro cammino. Queste due partite ci hanno insegnato che non possiamo permetterci di non essere intensi perchè perdiamo qualità.