Padova, Sean Sogliano dice sì. Le ultime anche sull’allenatore

Il Padova di Oughourlian ha scelto Sean Sogliano come direttore generale e Sean Sogliano ha detto sì. Un sì definitivo, convinto, ambizioso, di chi vuole tornare subito in Serie B al primo colpo. L’ex direttore di Verona e Bari, che lavorerà insieme al suo braccio destro di fiducia Fabio Gatti (ex giocatore di Napoli e Perugia) ha sciolto le ultimissime riserve e ha accettato la proposta del club veneto. Nelle mani di Sogliano soprattutto il destino del Padova ma c’è anche l’idea di una collaborazione con gli altri club su cui ha ‘influenza’ ecomimica Oughourlian, ossia Lens e Millionarios. Sogliano c’è, ed è possibile che insieme a lui arrivi Andrea Mandorlini in panchina: la coppia che ha fatto benissimo a Verona si può ricomporre a qualche chilomtro di distanza. E’ Mandorlini il preferito, da capire se poi si arriverà all’accordo totale tra le parti. Ma intanto la certezza, e che certezza, è Sean Sogliano. 

Milan, Maldini sempre più verso il “sì” al ruolo di DT

Ultime riserve ormai sciolte e “via” al nuovo corso ormai ad un passo: Paolo Maldini, salvo clamorose sorprese, è sempre più intenzionato ad accettare la proposta di Ivan Gazidis, con l’ex Capitano rossonero pronto a ricoprire il ruolo di Direttore Tecnico del Milan a partire dalla stagione 2019-20.

Maldini, dopo un’annata vissuta da Direttore dello Sviluppo Strategico dell’Area Sport, sarà dunque destinato a sostituire la figura di Leonardo nell’organigramma rossonero. Una decisione definitiva che arriverà ufficialmente nella giornata di domani, con il club di via Aldo Rossi 8 pronto poi a concentrarsi sulla scelta del nuovo allenatore: in questo senso, Marco Giampaolo è il nome in cima alla lista dei pensieri rossoneri, con l’allenatore della Sampdoria gradito per l’abilità nel valorizzare i giovani a disposizione in rosa.

In attesa di sistemare la questione panchina, il Milan è così pronto a ripartire (ancora) da Maldini: un “sì” al ruolo offerto da Gazidis alle porte, per dare il via all’ennesima, nuova rivoluzione in casa Milan.