Storie di triple e triplette

La sua prima partita di Champions vista dal vivo non sarà facile da dimenticare. E non solo per la novità. Ray Allen, re delle triple, ha vestito i panni dello spettatore e la maglia bianconera, ha assistito alla triple…tta di Cristiano Ronaldo indossando la ‘sua’ 34.

“Che partita che è stata!”. Emozioni di una leggenda dell’NBA dopo 90 minuti di calcio in cui ha tifato Juventus. Oltre 27mila punti segnati in carriera per Allen che si è ritirato nel 2016 a 41 anni.

L’ex stella statunitense del parquet lo annunciò con una lettera al Ray Allen 13enne, scritta sulle colonne del ThePlayersTribune (in ‘citazione’ alcune frasi tratte da quel testo). Una storia già scritta da raccontare come favola della buonanotte all’uomo che sarà.

Quando Allen andava al liceo, sognava in grande e sudava dietro la palla a spicchi, Cristiano Ronaldo era un bambino di appena 10 anni, sorridente come nella foto del cartellino dell’Andorinha. Età, continenti, sport diversi di chi ha scritto e chi ancora sta scrivendo a modo proprio la storia. La loro e non solo. Fino a ritrovarsi martedì nello stesso stadio.

Ray Allen sugli spalti, Cristiano Ronaldo in campo. Storie di triple e di triplette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *