Ranking UEFA, il Napoli sale al 14° posto. Avanza l’Inter, Roma sempre 12°

Al termine di una nuova settimana di coppe europee andata in archivio, è tempo di dare uno sguardo al Ranking UEFA per osservare nuovi, positivi aggiornamenti relativi alla posizione di una squadra italiana in particolare.

Il Napoli infatti, dopo aver superato nettamente ieri il Red Bull Salisburgo in Europa League (3-0), ha ufficialmente fatto il suo ingresso nei primi 15 club d’Europa, migliorando il precedente piazzamento (16°) e raggiungendo la 14° posizione in classifica.

Invariate le posizioni di Juventus (impegnata martedì prossimo contro l’Atlético Madrid in Champions League) e Roma, eliminata dalla competizione dopo il 3-1 incassato dal Porto: guadagna 7 posizioni, invece, l’Inter, salita in 45° piazza (dalla 52°) dopo il pari ottenuto ieri a Francoforte contro l’Eintracht in Europa League. Sempre 76° il Milan.

Tra le prime 10 classificate, invece, l’unica novità da registrare riguarda il Siviglia (pari casalingo contro lo Slavia Praga), che stacca il Paris Saint-Germain (ora 7°, dopo l’eliminazione dalla Champions per mano del Manchester Utd) conquistando il 6° posto.

Ranking UEFA per club generale: la top ten

1) Real Madrid – 146.000
2) Bayern – 128.000
3) Barcellona – 128.000
4) Atlético – 127.000
5) Juventus – 120.000
6) Siviglia – 104.000
7) PSG – 103.000
8) Manchester City – 101.000
9) Porto – 93.000
10) Arsenal – 88.000

Ranking UEFA per club generale: la posizione delle italiane

5) Juventus – 120.000
12) Roma – 81.000 
14) Napoli – 79.000 
38) Fiorentina – 39.000 
39) Lazio – 37.000 
45) Inter – 31.000 
76) Milan – 19.000

Juventus, la probabile formazione contro l’Udinese

Testa all’Udinese, non all’Atletico Madrid. Massimiliano Allegri sa di avere già in pugno il campionato, ma vuole vedere dai suoi giocatori quella cattiveria necessaria per caricarsi al massimo in vista della partita di martedì prossimo. Sulla strada della Juventus c’è l’Udinese di Davide Nicola, alla ricerca di punti salvezza. Come si affrontano i friulani? Con un po’ di turnover, e con una panchina illustre come quella di Ronaldo.
Partita facile, quindi? Sì, sulla carta. Ma sarà comunque un valido banco di prova per alcuni giocatori, come Kean, che scalpitano per mettersi in mostra. All’ “Allianz Stadium” i dubbi ci sono, ma ci sono anche le scelte obbligate: oltre agli infortunati Cuadrado e Khedira, contro l’Udinese, mancheranno per squalifica anche Cancelo e Pjanic. A sostituire l’esterno portoghese dovrebbe esserci De Sciglio, in ballottaggio con Caceres. Mentre a centrocampo al posto del bosniaco agirà Bentancur. A completare il reparto arretrato anche Barzagli (che torna a giocare dopo quattro mesi) e Rugani, con Bonucci e Chiellini che si accomoderanno in panchina.