Ferrero: “Brava Samp, ma sognavo la finale a Roma. Con tutto il c… che mi faccio”

Il presidente della Sampdoria ha parlato in zona mista dopo il ko per 0-2 contro il Milan

Una sconfitta nei supplementari da digerire per Massimo Ferrero. Il presidente della Sampdoria ha parlato in zona mista del ko per 0-2 contro il Milan negli ottavi di Coppa Italia: “Rigore nel primo tempo negato? Basta parlare di rigori e di arbitri, parliamo di cose serie. Oggi abbiamo fatto una gara veramente bella, sono molto soddisfatto dei miei ragazzi. Il Milan ha avuto il dodicesimo uomo, il portiere: Reina ha fatto la differenza, questa è la verità. Quando mi dicevano che il calcio era così, avevano ragione: il calcio non rende giustizia, però sono soddisfatto. Vincere una partita così avrebbe generato una maggiore autostima, la consapevolezza che siamo una grande squadra. Mi dispiace per i ragazzi, ma sono orgoglioso di loro e per aver creato un grande gruppo. L’amarezza per me è grande. Il mio sogno, per me che sono romano, era arrivare in finale all’Olimpico. Sarebbe stato il giusto premio per tutto il culo che mi sto facendo in ‘sta cazzo di città”.