Championship, Leeds-Derby County inizia con una spy-story

Spy story dalla Championship, indagine della FA in corso.

Leeds-Derby County è iniziata fuori dal campo. Fischio d’inizio stasera alle 20.45 ma gli ospiti hanno lanciato alcune accuse contro gli avversari. Il motivo? L’aver ‘beccato’ un membro dello staff di Bielsa aggirarsi in maniera “sospettosa” all’esterno del campo d’allenamento ieri, mentre era in corso la rifinitura in vista della gara di oggi.

Allertati alcuni funzionari della polizia del Derbyshire, all’uomo è stato poi chiesto di allontanarsi da quella zona e, come riportato dalla BBC, non è stato necessario il fermo dell’individuo.

Storie di ‘spionaggio’, non nuove al mondo del calcio. In Germania, non molto tempo fa, infatti fu l’Hoffenheim ad essere spiato dal Werder Brema. Come? Con un drone. “Abbiamo cercato di raccogliere informazioni sul posto con un osservatore e per un breve periodo è stato usato anche un drone“, aveva dichiarato il direttore sportivo del Werder, Baumann, in conferenza stampa dopo l’accaduto, scusandosi ma ribadendo anche che non era stato commesso niente di illegale.

Come in questo caso avvenuto in Champioship, episodio sul quale è tornato anche Pochettino che conosce bene Bielsa e i suoi metodi: “Non bisogna farne una questione. Ho giocato per lui, ho imparato tanto (da Bielsa, n.d.r.), le cose buone e quelle meno buone.

Non c’è niente di male nel provare a trovare informazioni e capire qualcosa in più dell’avversario. Questa è una cosa che in Argentina accadeva anche 30 anni fa. Non lo faceva solo Marcelo ma anche altri allenatori. Forse qui sembrerà un po’ strano, in Argentina no”.