F1 Gran Premio dell’Azerbaijan: dove vederlo

Domenica 29 aprile ritorna la Formula 1 con il Gran Premio dell’Azerbaijan in diretta esclusiva su Sky Sport F1. Domenica 29 aprile alle 14.10 la gara live anche su Sky Sport 1, successivamente sarà visibile anche in differita tv, gratis e in chiaro, sul canale TV8.
L’attesa per la gara di Formula 1 di Baku è tutta per il duello tra Sebastian Vettel, vincitore dei primi due gran premi della stagione, e il campione del mondo Lewis Hamilton, anche alla ricerca del primo successo nel 2018. Secondo i bookmaker il favorito è Hamilton e il discorso si ripete anche sulla lavagna relativa alle quote vincente F1, dove le agenzie di scommesse indicano il pilota inglese come il favorito numero 1 per la vittoria finale del mondiale.

LOS BLANCOS VINCONO ALL’ALLIANZ ARENA: BAYERN MONACO DOVRA’ FARE MEGLIO A MADRID

La squadra tedesca viene sconfitta in casa. Dopo l’infortunio del giocatore olandese Arjen Robben al 7° minuto , sostituito da Thiago Alcàntara , il Bayern gioca una partita concentrata riuscendo ad andare in vantaggio grazie al terzino Kimmich al 27° minuto. Il tecnico Heynckes è costretto poi al 33° minuto a sostituire il colosso della difesa Boateng facendo entrare al suo posto Niklas Süle. Pareggio arrivato quasi alla fine del primo tempo grazie a un sinistro micidiale calciato da Marcelo , su assist dell’altro terzino Carvajal. Al 56° arriva il raddoppio di Asensio , entranto in campo al posto di Isco , lanciato in profondità a causa di un errore abbastanza grave di Rafinha. La squadra di Monaco di Baviera non completamente precisa in costruzione, Real Madrid cinico.
Migliori in campo Marcelo e Ribery, i peggiori Ronaldo e Rafinha.

GRAN FELICITA’ A NAPOLI , JUVE BATTUTA PER 0-1

Il Napoli ce l’ha fatta. Con un colpo di testa del difensore senegalese Kalidou Koulibaly arrivato al 90° minuto , i partenopei riescono a battere la Juventus regalando ai propri tifosi una grande gioia di stampo competitivo , forse addirittura maggiore di quella che arriverebbe se conquistasse il tanto atteso titolo, che ora sembra davvero alla portata. Partita “fatta” quasi completamente dal Napoli , che riesce a schiacciare i bianconeri nella propria area di campo non concedendo loro particolari ripartenze.
Loro sono stati bravi, abbiamo fatto male a saltare la prima linea di pressione”. Queste le parole di Allegri nel post partita. Riguardo allo scudetto? Fare i conti, i calcoli non servono a niente. Bisogna solo pensare a preparare la partita di Milano. Il Napoli è favorito per il calendario, ma la Juve è in grado di vincere a Milano. Ne ho viste tante nella vita, sarà una sfida molto decisiva per noi”.
Intanto in piazza a Napoli è ancora festa.

SPAL-ROMA 0-3: SHICK TROVA IL SUO PRIMO GOL

E’ arrivato contro la Spal , nella 34° giornata di Serie A Tim , il gol tanto atteso di Patrick Shick. Acquistato per un totale di 42 milioni di euro nell’agosto dell’anno scorso , il giocatore della nazionale ceca non era ancora andato in rete , complice anche il fatto che abbia giocato davvero poco durante il campionato. Contro la squadra di Ferrara, con un colpo di testa micidiale , sfrutta l’angolo calciato da Pellegrini battendo Meret e siglando la rete dello 0-3. Di Francesco è ora concentrato sulla partita di Champions nella quale dovrà affrontare il Liverpool di Klopp , squadra che è riuscita a eliminare una delle ex favorite alla vittoria finale , il Manchester City. Speriamo di fare il mio primo gol anche in quella competizione. Dovremo essere cattivi come contro il Barcellona ma giocare anche con la massima attenzione.. Queste le parole di Shick in merito alla partita di martedì prossimo. Continua poi : Se Dzeko tifa per me? Lui è un mio grande amico, sono felice del suo supporto”.

Bayern Monaco travolge il Bayern Leverkusen e vola in finale di Coppa di Germania

Finale di Coppa di Germania raggiunta per il Bayern Munich , che dopo essersi aggiudicato il campionato e un posto tra le migliori canditate alla vittoria della Champions League , ottiene anche questo traguardo battendo per 6-2 il Bayern Leverkusen. La squadra di Herrlich è stata travolta prima dalla doppietta di Lewandoski , e poi dalla tripletta del campione tedesco Muller.  A siglare poi il gol definitivo ci ha pensato lo spagnolo Thiago Alcàntera. Non utilissimi quindi i gol di Bender e Bailey , che avevano infuso fiducia poi pero’ spiazzata dalla forza della squadra di Monaco di Baviera.

LIGUE 1 DECISA: PSG VINCE IL CAMPIONATO 2017-2018

Ennesimo campionato vinto per il Psg , capolista indiscussa della Ligue 1. Dopo aver travolto per 7-1 la squadra inseguitrice , si conferma per ragioni matematiche prossima al festeggiamento. Nulla ha potuto la rosa messa in campo da Jardim , che già al 27° minuto del primo tempo aveva incassato ben 4 reti. Record del Matador Edinson Cavani che riesce ad eguagliare il numero di gol messi a segno dallo svedere Zlatan Ibrahimovic , e a posizionarsi quindi sullo stesso podio come miglior marcatore della storia del Psg in Ligue 1 con 113 reti. La squadra allenata da Unai Emery è riuscita a dominare in questo campionato , allontanando la rivale distanziandosi di ben 17 punti a 5 giornate dalla fine.

CHAMPIONS LEAGUE: LE ITALIANE SPAVENTANO LE SPAGNOLE , MA SOLO UNA PASSA

Emozioni allo stato puro quelle provata durante i match Roma-Barcellona e Real-Madrid-Juventus. La squadra guidata da Di Francesco è riuscita nell’impresa , capovolgendo quello che sembrava essere un risultato giudicante. Con la stessa tenacia e manovra di pressing messe in gioco nella partita di andata , la Roma riesce a eliminare i catalani dalla Champions , impresa che sembrava impossibile. Ci pensa Dzeko ad aprire le danze al 6° minuto. Il secondo gol arriva poi grazie al “penalty” piazzato in rete dall’ormai capitano De Rossi , dopo l’addio di Totti. Terzo gol , fondamentale per la qualificazione , arriva poi grazie al difensore greco Manolas , al quale segue un’ estrema concentrazione per difendere il vantaggio acquisito e non permettere al Barcellona di fare nemmeno un gol , che li avrebbe portati difatti alla sconfitta.
Diversa la situazione per la Juventus , che dopo aver giocato una partita straordinaria mettendo in rete ben 3 gol , si trova fuori dalla competizione europea per un rigore fischiato al 93° minuto per un fallo di Benatia. Il capitano bianconero Buffon infuriato va incontro all’espulsione , e al suo posto lascia Szczesny , che pero’ non può nulla contro la finalizzazione di CR7.

BOTTAS NON PUO’ NULLA , GRANDE CORSA DI VETTEL; BARHAIN CONQUISTATO

Primo posto raggiunto per Sebastian Vettel che vince su Ferrari il Gran Premio del Bahrain, seguito poi dal tedesco della Mercedes Valtteri Bottas e infine dal suo compagno di squadra Lewis Hamilton , che si aggiudica il terzo posto. Scelta “folle” quella del vincitore tedesco , che ha completato i 57 giri con un solo pit stop, giungendo  al traguardo con le gomme soft, sostituite solo al 19° giro.
Seconda vittoria quindi per il campione della Ferrari , che dopo essersi aggiudicato il primo posto nella prima gara di stagione in Australia , raggiunge l’obiettivo più ambito anche questa volta.

ATTACCHI VERSO GLI ARBITRI : “MINACCIATI CON LE PALLOTTOLE”

“Dei plichi contenenti delle pallottole, indirizzati a me, al vice presidente e al designatore Rizzoli, sono stati recapitati alla sede dell’Aia (Associazione Italiana Arbitri). E’ un fatto nel dominio della Digos e all’attenzione del Viminale e del ministro degli Interni”. Queste le parole di Marcello Nicchi , presidente dell’Aia , che reputa la categoria arbitrale non abbastanza difesa e troppo soggetta ad attacchi completamente ingiustificati. “Contro il sit in dei tifosi laziali innanzi alla Figc per contestare contro i presunti errori di Giacomelli e Di Bello in Lazio-Torino “non c’è stata una parola da parte di nessuno.
C’è un giornalista professionista, regolarmente denunciato e ora seguiremo gli sviluppi, che in una trasmissione ha affermato: ‘Hanno dichiarato guerra a un popolo e in guerra non si va suonando lo zufolo, si va sparando. Bisogna sparare agli arbitri e non permettere loro di arbitrare. Questa è la conseguenza’.”
Intanto la Procura di Roma ha aperto un’indagine per minacce aggravate.

BARCELLONA-ROMA 4-1: SINGOLI EPISODI AIUTANO I CATALANI

Partita di andata che ha visti favoriti gli spagnoli nel match contro la Roma. Gli uomini allenati da Di Francesco sono partiti bene,  cominciando a pressare alto e arrivando in area di rigore con  Dzeko , il quale subisce un fallo dal terzino catalano Semedo , giudicato pero’ regolare dal giudice di gara. Il barca prende poi coraggio , e si affaccia sempre di più nell’area difensiva giallorossa riuscendo , con un pizzico di fortuna , ad andare in vantaggio grazie all’autogol di De Rossi , che nel tentativo di anticipare Leo Messi, ha piazzato la palla nella porta sbagliata. Roma che non si arrende , e ritorna dagli spogliatoi con più grinta che mai ,ma anche questa volta subisce la seconda rete da un compagno di squadra , Manolas, che con una carambola non fortunata indirizza di nuovo la palla nella sua porta.  Ne approfitta poi Piquè firmando il 3-0 , inducendo la punta giallorosa a reagire con un gol , che pero’ non basta a fermare la tenacia dell’attaccante uruguaino del Barcellona che mette fine alle danze con il 4-1.